Febbraio 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Migliaia a Londra a sostegno dei palestinesi: “Il mondo non fa nulla” | Guerra Israele-Hamas

Migliaia a Londra a sostegno dei palestinesi: “Il mondo non fa nulla” |  Guerra Israele-Hamas

Migliaia di persone hanno manifestato sabato a Londra nella settima manifestazione a sostegno dei palestinesi a Gaza dal 7 ottobre, chiedendo un cessate il fuoco “immediato” e criticando il sostegno del governo britannico a Israele nel 99° giorno del conflitto.

© Agenzia France-Presse

Dopo la pausa durante le vacanze di fine anno, la mobilitazione è ripresa nella capitale britannica, come in una trentina di altri Paesi del mondo, con una marcia partita dalla città verso Parliament Square, dove si trova il Palazzo di Westminster.

“Smettetela di bombardare i bambini”

Nel corteo, che comprendeva manifestanti di tutte le età, molti dei quali accompagnati dalle loro famiglie, gli striscioni che chiedevano di “Stop ai bombardamenti sui bambini” a Gaza erano mescolati con rami di ulivo e bandiere arcobaleno, insieme allo slogan “pace” e a centinaia di bandiere palestinesi. . Altri striscioni, raffiguranti il ​​primo ministro britannico Rishi Sunak insieme al primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e al presidente degli Stati Uniti Joe Biden, esortavano il Regno Unito a “smettere di finanziare il genocidio”, con alcuni manifestanti che mostravano la loro “vergogna di essere inglesi” (continua sotto).

Polizia nazionale afghana/EPA
© Agenzia nazionale di polizia/Agenzia per la protezione ambientale

“Il mondo non fa nulla”

Dipesh Kothar ha dichiarato: “È molto frustrante vedere il mondo non fare nulla e i nostri rappresentanti non fare nulla (…) Spero che in futuro il nostro governo difenderà ciò che è giusto e si opporrà all'uccisione di bambini innocenti”. Un dentista di 37 anni, venuto con la sua compagna e la loro figlia di due anni, ha detto all'AFP. Maliha Ahmed, 27 anni, che lavora nel servizio sanitario pubblico NHS, ha dichiarato: “Vogliamo mostrare al popolo palestinese che siamo con loro e ci opponiamo al nostro governo”. “Vogliamo chiarire che non sosteniamo le sue politiche”.

READ  Une mère de famille condamnée à 16 mesi di prigione dopo i décès de son fils deux ans, tué par son ex-compagnon | Faits subacquei

Attacchi nello Yemen

Venerdì gli attacchi statunitensi e britannici hanno preso di mira siti militari controllati dai ribelli Houthi, che controllano vaste aree dello Yemen, rinnovando i timori di una ricaduta della guerra regionale a Gaza. Nel contesto della guerra tra Israele e Hamas, nelle ultime settimane la tensione nel Mar Rosso è aumentata con gli attacchi degli Houthi contro il traffico marittimo in solidarietà con la Striscia di Gaza (continua sotto).

Polizia nazionale afghana/EPA
© Agenzia nazionale di polizia/Agenzia per la protezione ambientale

La guerra a Gaza è entrata sabato nel suo novantanovesimo giorno, scoppiata a causa dell'attacco senza precedenti sferrato dal movimento di resistenza islamico palestinese Hamas il 7 ottobre sul territorio israeliano, che ha provocato la morte di circa 1.140 persone, la maggior parte delle quali civili, secondo un conteggio dell'Agence France-Presse.La stampa basa il numero delle vittime. Valutazione israeliana. Secondo l’ultimo rapporto del Ministero della Salute di Hamas (continua sotto), le operazioni militari condotte da allora da Israele nella Striscia di Gaza hanno ucciso 23.843 persone e ne hanno ferite più di 60.300.

Polizia nazionale afghana/EPA
© Agenzia nazionale di polizia/Agenzia per la protezione ambientale

Polizia nazionale afghana/EPA
© Agenzia nazionale di polizia/Agenzia per la protezione ambientale

Domenica è prevista anche una manifestazione a sostegno di Israele nella capitale britannica, dopo una manifestazione in bicicletta per chiedere il rilascio dei circa 250 ostaggi ancora detenuti da Hamas.