Aprile 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Matthias Kass mette le cose in chiaro… l’oro vincendo ad Antalya!

Matthias Kass mette le cose in chiaro… l’oro vincendo ad Antalya!

È stata una finale intensa quella tra due grandi campioni: il bianco Matthias Kaas (26 anni / n. 2 del mondo); In azzurro Saeed Mollaei (31 anni / n. 3 del mondo). E dopo un confronto durato più di otto minuti, la vittoria è tornata ad Anversa.

È riuscito a immobilizzare il suo fortissimo avversario, vice-campione olimpico nel 2021, campione del mondo nel 2018, con il quale si è già incontrato sette volte e ha messo a segno tre vittorie contro quattro per l’azero, la leggenda nei -81 kg che ricordiamo. I problemi con l’Iran, suo paese natale, che ha lasciato dopo le intimidazioni di cui è stato vittima.

Questa medaglia d’oro, Matthias Kaas l’ha voluta soprattutto, soprattutto contro quel rivale che gliel’ha privata a novembre, a Baku, prima di vincere ancora nel torneo Masters a dicembre, a Gerusalemme. Così il nostro connazionale ha messo le cose in chiaro… con l’oro! E fa ben sperare per i Mondiali, che si terranno a metà maggio a Doha.

Mathias è già pronto, sia fisicamente che mentalmente, per la sfida. Nel frattempo, si è assicurato la sua quarta vittoria del Grande Slam dopo Parigi 2020, Abu Dhabi 2021 e Tel Aviv 2022. Un elenco sacro di successi a cui dobbiamo aggiungere altre quattro medaglie, due d’argento e due di bronzo. , prova della sua stabilità al livello più alto dal 2018.

Matthias Kaas si è qualificato per questa finale battendo il francese Dagalo, che lo ha trovato sul podio con la medaglia di bronzo, durante una battaglia già accesa. Di fronte a quell’avversario che ha incontrato e sconfitto nel 2020, a Parigi, Matthias è stato paziente e ha finito per vincere spingendolo a terra mentre incombevano i tempi supplementari. Approvato con ippon, corretto in waza-ari, il nostro connazionale ha dovuto stare attento fino alla fine.

READ  Qatar 2022 - Foto del giorno: Mbappe indossa la maglia del Marocco dopo la vittoria della Francia

Rovesciato da un giovane uzbeko!

Esonerato dal primo turno, Matias Kass ritrova il portoghese Egutidze, un judoka che ha già incontrato sei volte (tre vittorie, tre sconfitte), ma non dal 2020. Quindi Antwerper era un po’ diffidente nei confronti di questo avversario, che è tuttora medaglia di bronzo ai Mondiali Coppa 2021, ma non doveva dare tutto quello che poteva, perché era poco combattivo. Così i portoghesi sono stati penalizzati tre volte, prima per ammonizione illegale, poi per negatività (due volte), dopo poco più di due minuti e mezzo.

E quello che è seguito si è rivelato ancora più entusiasmante con il giovane uzbeko Mortuzov (20 anni). Non avendo nulla da perdere contro il numero 2 del mondo, è riuscito a mettere a segno una grande mossa che gli ha permesso di guidare la classifica! Leggermente scosso in quel momento, Matthias Kaas ha ripreso rapidamente i sensi per “camminare” sul suo avversario, che gli ha resistito come meglio poteva. Ma quello che è successo è successo: l’uomo di Anversa è riuscito a girare l’uzbeko sulla schiena e immobilizzarlo.

Sulla strada per i quarti di finale, dove lo aspettava ad Abu Dhabi lo spagnolo Mendiola, medaglia d’argento dello scorso anno. Arrivato un po’ in ritardo, Matias non ha avuto problemi a sbarazzarsi di questo avversario di 26 anni, che aveva già sconfitto nel 2016. Con un movimento della spalla, ha fatto cadere il nostro spagnolo, lo ha sbattuto a terra e, infine, lo ha immobilizzato lui. La porta per la qualificazione alle semifinali di questi quattro tornei del Grande Slam era aperta per lui. E in questa fase della competizione, gli si è opposto il francese Dagalo.

READ  Club Bruges - Charleroi: Doublé de Rits pour faire le break (DIRETTO, 2-0)

Matthias Kass prima di Antalya: “La mia esclusione anticipata a Parigi è stata una buona lezione”