Giugno 21, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’influencer francese Bobette Kinza fa dichiarazioni antisemite e il suo account Instagram è stato disattivato

L’influencer francese Bobette Kinza fa dichiarazioni antisemite e il suo account Instagram è stato disattivato

L’influencer Kenza Bencharif, conosciuta come Bobette Kenza sui social media, ha rilasciato commenti antisemiti in una storia su Instagram. Il suo account è stato disabilitato dopo pochi minuti.

Delkara, un ente governativo che combatte la discriminazione, ha annunciato giovedì che deferirà al pubblico ministero i “commenti antisemiti” fatti dall’influencer dei social media Bobette Kenza. “Su richiesta della ministra Aurore Bergé, Delcra informa il Pubblico Ministero delle dichiarazioni antisemite rilasciate da questa figura influente sui suoi social network.“, di cui alla X Dilcrah (Delegazione ministeriale congiunta contro il razzismo, l’antisemitismo e l’omofobia).

Non lavoro per nessuno che sia ebreo

In un videomessaggio, l’influencer, che ha più di un milione di iscritti su Instagram, ha detto mercoledì:Sono un sostenitore dei palestinesi e non lavoro per nessuno che sia sionista o ebreo (…) Non ho né un partner né un agente ebreo”.. In un secondo video, ha poi affermato di essersi “espressa male” e di aver “corretto” le sue osservazioni. “Non ho nulla contro gli ebrei (..) Ho solo qualcosa contro i sionisti e coloro che finanziano il genocidio, coloro che finanziano questo massacro“, lei ha aggiunto.



Il suo account è stato cancellato

Dopo che non è stato possibile accedere al suo account, il suo account è tornato disponibile giovedì pomeriggio sul sito di social networking Instagram, che non ha risposto alle richieste dell’AFP. L’influencer ha pubblicato lì un messaggio in cui “si scusa” per i “commenti seri” che ha fatto.

READ  Stromae avvistato alla Knokke's Brasserie: "Ero un grande fan, e oggi l'ho superato" (Foto)

Afferma anche di esserne il soggetto.Un’ondata di odio senza precedenti (…), accompagnata da minacce di morte e di stupro“E dopo la denuncia di Dilkara, verrà emessa la stessa sentenza.”È un peccato e un pericolo che il governo francese lo utilizzi e lo butti via per scopi politici“.

Rapporti

Giovedì, il ministro incaricato della lotta contro la discriminazione, Aurore Bergé, ha stimato sulla piattaforma X che “Boicottare donne e uomini a causa della loro identità o religione è chiaramente illegale“.”Di fronte all’antisemitismo e al razzismo, non lascerò sfuggire nullaHa aggiunto e ha chiesto a Dilkrah di presentare un rapporto.





Anche l’Unione degli studenti ebrei di Francia (UEJF) ha annunciato su X che presenterà una denuncia”.Accusato di incitamento all’odio e alla discriminazione“.”Tali dichiarazioni odiose, trasmesse a oltre un milione di abbonati, mettono in pericolo gli ebrei“, riferisce l’associazione.

Il capo del Fondo Sociale Ebraico Unito (FSJU) ha visto Ariel Goldman lì”.La prova che antisionismo e antisemitismo sono la stessa cosa“.”Dobbiamo agire rapidamente affinché i social network non diventino una piattaforma di antisemitismo, soprattutto tra i giovaniDa parte sua, ha confermato il raduno “We Will Live”, nato in seguito al sanguinoso attacco lanciato da Hamas contro Israele il 7 ottobre.

READ  Jane Birkin, Anthony Dillon, Marc Lavoine: molti dignitari si sono riuniti a Parigi per onorare finalmente Reagan (foto)

Questo non è il suo primo incontro con la legge

Bobette Kenza, il cui vero nome è Kenza Ben Sherif, è una delle influencer più popolari sui social network francesi. È stata arrestata nel 2023 dall’agenzia antifrode per pratiche commerciali ingannevoli, dopo aver promosso uno sbiancante per denti vietato in Francia. Aveva accettato di pagare 50mila euro nell’ambito di un “accordo criminale”.