Aprile 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le dolci promesse di Lenny Martinez: “Non è l'ultima volta che combatto con Jonas Vengegard”

Le dolci promesse di Lenny Martinez: “Non è l'ultima volta che combatto con Jonas Vengegard”

È perché non si fida della sua velocità massima che Vingegaard intende vincere tutte le sue gare da solo? Ovviamente no, il danese è impareggiabile nei passaggi quando Tadej Pogacar non è nei paraggi, e talvolta anche quando sono in partita lo sloveno e suo cognato. In Galizia fino a domenica non aveva nessuno che lo accompagnasse, e il suo recente vantaggio (1'55'') in tre tappe dimostra la portata del suo controllo. Abbiamo detto quindi nessuno può disturbarlo?

Dopo di lui il diluvio: tre passaggi e vittoria finale per Vengegard

Nella Ruota della Vingguard

Questa domenica, un ragazzo sfacciato e non molto alto in bicicletta ha provato ad affrontare il miglior scalatore del mondo. “Nel colpo finale sono riuscito a posizionarmi bene e a rispondere all'attacco di (Jonas) VengegardLo ha spiegato Lenny Martinez in un comunicato stampa diffuso dal team Groupama-FDJ. Purtroppo non sono riuscito a proseguire ma sono rimasto 10-15 secondi per gestire lo sforzo, per non esplodere“La spinta finale (16 pollici) conferma le parole del piccolo scalatore, l'unico a tenere a bada il doppio vincitore del Tour quando il resto del gruppo ha concesso più di 45 secondi.

Questa è la prima volta che sono nella ruota di Jonas quando lo attacca e litiga persino con lui sul palco“Entusiasta Martinez. Sono molto felice, è la prima volta ma non sarà l'ultima. Promette grandi cose e voglio farlo ancora in futuro.“. Questa reazione e il merito dei suoi compagni in pedana (e quindi Vingegard e Bernal)”Due grandi eroi“Questo soggiorno in Galizia segnerà un punto importante nella carriera emergente di Lenny Martinez. Se si era posizionato come un impostore nella Classic Var a metà febbraio per domare il Mont Varon dopo il Ventoux, scusate, nel 2023, questa volta è suo prestazione fisica che sarà ricordata.”

READ  Kompany sorprende la FA Cup con Burnley e doppietta di Benson e Zrory| calcio straniero
immagine

Johansen alza le braccia in anticipo, Martinez lo salta sulla linea: rivivi il finale pazzesco

Devante Bernal, Wijtdebrix, Carapaz e Gaudo

Perché se fosse stato battuto da Vengegard, cosa non nota, Martinez avrebbe dominato Belle Mill, Egan Bernal, Cian Uigtdebrix, Hugh Carthy o Richard Carapaz e… David Gaudu. Quest'ultimo giocherà a sostegno del giovane compagno di squadra a cui è stato promesso un ruolo da protagonista nella prossima Vuelta – avendo indossato la maglia rossa nella prima settimana ma anche in difficoltà nelle ultime due – ma non nel Tour che lui e la sua squadra hanno corso. pensando a. Ancora troppo grande per 20 primavere.

Se lo ha fattoMaturità più tardi“Grégoire sta chiaramente crescendo”, dice Philippe Mauduit, direttore sportivo capo del Groupama-FDJ. E anche se la sua squadra ha perso Thibaut Pinot, sa che deve essere uno dei responsabili, in uno stato d'animo “perché l'eredità di Pinot possa essere lasciata senso.” Anche sulla strada. È rimasto sorpreso dalla sua vittoria nella sua prima stagione quando, nei suoi peggiori incubi, immaginava una carriera senza vittorie – “Il livello adesso è altissimo– Martinez lo ha fatto anche nel 2024. Ma febbraio non è ancora esalato l'ultimo respiro.

Non mi dispiacerebbe avere Vingguard, Pogakar

Mi sono detto che sarei stato schiaffeggiato durante il World Tour“, ha ricordato Martinez a Eurosport prima della ripresa della stagione. Ha preso poco e non ha dato ancora nulla, ma ciò non significa che non abbia sconvolto quelli più grandi di lui qua e là e questo O Gran Camino fa parte di quel pedigree, nonostante il grande costo concesso.Per Vingegaard in tre giorni (1'55'').Si ricorderà anche la sua ottima prova iniziale anche se troncata per l'influsso nullo sulla generale a causa del vento e delle condizioni pericolose.

READ  Max Verstappen era inesperto e non ha potuto noleggiare una Mercedes durante le vacanze
immagine

Lenny Martinez guida il gruppo dei leader dell'O Gran Camino

Credito: Getty Images

Non mi dispiace avere Vingegaard e Pogacar, sono i migliori al mondoCe lo ha detto a metà gennaio. Essere tra i primi dieci al mondo è già incredibile. L'obiettivo è avvicinarsi“Sarà lui stesso un giorno presidente?”Un giorno forse! In futuro lo dirò“Lenny Martinez promette sicuramente ottime cose.