Febbraio 27, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra tra Israele e Hamas: l'Egitto minaccia di sospendere il trattato di pace con lo Stato ebraico

La guerra tra Israele e Hamas: l'Egitto minaccia di sospendere il trattato di pace con lo Stato ebraico

L’Egitto ha minacciato di sospendere il trattato di pace con Israele se le forze israeliane venissero inviate nella città di confine densamente popolata di Rafah, dove i combattimenti potrebbero chiudere la principale via di rifornimento di aiuti nell’area assediata, secondo i rapporti ufficiali.

annuncio

La minaccia egiziana di sospendere gli accordi di Camp David, che hanno rappresentato la pietra angolare della stabilità regionale per quasi mezzo secolo, è apparsa dopo che il primo ministro Benjamin Netanyahu ha affermato che l’invio di forze a Rafah era necessario per ottenere la vittoria nella guerra durata quattro mesi contro il movimento palestinese di Hamas.

Più della metà dei 2,3 milioni di abitanti di Gaza sono fuggiti a Rafah per sfuggire ai combattimenti altrove, e sono ammassati in vasti campi e rifugi gestiti dalle Nazioni Unite vicino al confine. L’Egitto teme un grande afflusso di centinaia di migliaia di profughi palestinesi a cui potrebbe non essere consentito il ritorno.

Situazione umanitaria critica

Lo stallo tra Israele ed Egitto, due stretti alleati degli Stati Uniti, ha preso forma quando gruppi umanitari hanno avvertito che un attacco a Rafah avrebbe peggiorato la già terribile situazione umanitaria a Gaza, dove circa l’80% della popolazione ha abbandonato le proprie case, secondo le Nazioni Unite. Un quarto della popolazione rischia la fame.

Il canale televisivo Al-Aqsa di Hamas ha citato un anonimo funzionario di Hamas che ha affermato che qualsiasi invasione di Rafah “silura” i colloqui mediati da Stati Uniti, Egitto e Qatar per un cessate il fuoco e il rilascio degli ostaggi israeliani.

Durante un'intervista su ABC News”Questa settimana con George StephanopoulosNetanyahu ha suggerito che i civili a Rafah potrebbero fuggire verso nord, dicendo che “Molte areeHa aggiunto che Israele sta sviluppando un “piano dettagliato” per trasferirli.

READ  Un viaggio in Francia: cosa cambierà dalla prossima settimana

Ma l’attacco israeliano ha causato distruzioni diffuse, soprattutto nel nord di Gaza, e feroci combattimenti sono ancora in corso nel centro di Gaza e nella città meridionale di Khan Yunis. Domenica a Gaza City gli ultimi residenti hanno coperto i corpi in decomposizione nelle strade o hanno portato i cadaveri nelle tombe. In alcune strade è stata sparsa sabbia a causa dei bombardamenti. Il fumo si alzava dagli edifici distrutti.

L'operazione di terra a Rafah potrebbe interrompere una delle poche rotte verso le forniture alimentari e mediche di cui Gaza ha tanto bisogno.

I tre funzionari hanno confermato le minacce egiziane e hanno parlato a condizione di anonimato perché non erano autorizzati a informare i giornalisti sulle delicate trattative. Anche il Qatar, l'Arabia Saudita e altri paesi hanno messo in guardia sulle gravi ripercussioni dell'ingresso di Israele a Rafah.

Un attacco israeliano a Rafah porterebbe a un indicibile disastro umanitario e a gravi tensioni con l’Egitto“, ha scritto il capo della politica estera dell’Unione europea, Josep Borrell, sul sito X.

La Casa Bianca mette in guardia l'alleato israeliano

La Casa Bianca, che protegge Israele dalle richieste internazionali di cessate il fuoco, ha messo in guardia contro lo svolgimento di un’operazione di terra a Rafah nelle attuali circostanze, affermando che sarebbe un “disastro” per i civili.

Israele ed Egitto hanno combattuto cinque guerre prima di firmare gli accordi di Camp David, uno storico trattato di pace negoziato dall’allora presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter alla fine degli anni 70. Il trattato comprende diverse disposizioni che regolano lo spiegamento di forze su entrambi i lati del confine.

L’Egitto ha fortificato intensamente i suoi confini con Gaza, ha delimitato una zona cuscinetto lunga 5 chilometri ed ha eretto muri di cemento sopra e sotto terra. Ha negato le accuse israeliane secondo cui Hamas sta creando tunnel di contrabbando sotto il confine, affermando che le forze egiziane esercitano il pieno controllo su quel lato.

READ  He's My Guardian Angel: quando un drone di Babbo Natale salva una famiglia dal surf in Ucraina

Le autorità egiziane temono che se il confine verrà attraversato, l'esercito non sarà in grado di fermare l'ondata di persone in fuga verso la penisola del Sinai.

Secondo le Nazioni Unite, Rafah, che normalmente ospita meno di 300.000 persone, ora ospita altri 1,4 milioni di persone fuggite dai combattimenti altrove, ed è ora “Molto affollato“Il signor Netanyahu ha detto che Hamas ha ancora quattro brigate lì”.Chi dice che non è consentito entrare a Rafah in nessun caso, dice in realtà che dobbiamo perdere la guerra e Hamas deve restare lì.“Ha detto alla ABC News.

Israele ha ordinato a gran parte della popolazione di Gaza di fuggire verso sud, con ordini di evacuazione che coprono due terzi della Striscia, sebbene svolga regolarmente attacchi aerei in tutte le aree, compresa Rafah. Nei giorni scorsi, gli attacchi aerei sulla città hanno portato all'uccisione di decine di palestinesi, tra cui donne e bambini.

28.176 palestinesi uccisi

Il Ministero della Sanità di Gaza ha dichiarato domenica che i corpi di 112 persone uccise nella Striscia sono stati trasferiti negli ospedali nelle ultime 24 ore, insieme ai corpi di 173 feriti.

Queste morti portano a 28.176 il numero dei morti nella Striscia di Gaza dall'inizio della guerra.Il ministero non fa distinzione tra civili e combattenti, ma afferma che la maggior parte dei morti sono donne e bambini.

La guerra è iniziata con un attacco di Hamas al sud di Israele il 7 ottobre, quando i militanti palestinesi hanno ucciso circa 1.200 persone, la maggior parte delle quali civili, e ne hanno rapite circa 250. Più di 100 ostaggi sono stati rilasciati a novembre durante un cessate il fuoco durato una settimana. il rilascio di 240 prigionieri palestinesi.

annuncio

Alcuni degli ostaggi rimasti morirono. Hamas ha detto che non ne rilascerà altri finché Israele non avrà terminato la sua offensiva e non si sarà ritirato da Gaza. Ha anche chiesto il rilascio di centinaia di prigionieri palestinesi, compresi attivisti di alto rango condannati all'ergastolo.

READ  L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy è stato arrestato in tribunale

Netanyahu ha escluso entrambe le richieste, affermando che Israele combatterà fino alla fine.Vittoria completa«E la restituzione di tutti gli ostaggi.