Febbraio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Israele-Hamas: McDonald's registra un calo significativo dei suoi ricavi dopo le richieste di boicottaggio

Israele-Hamas: McDonald's registra un calo significativo dei suoi ricavi dopo le richieste di boicottaggio

Il colosso del fast food McDonald's ha dichiarato questa settimana di dover affrontare un impatto “significativo” sulle sue operazioni commerciali dopo che i clienti in Medio Oriente e in altre regioni lo hanno boicottato in risposta al sostegno della catena a Israele. L'amministratore delegato di McDonald's, Chris Kempczinski, ha riconosciuto l'influenza in un post su LinkedIn, attribuendo la reazione alla “disinformazione”. Diventa così il secondo direttore di una grande azienda americana a occuparsi delle conseguenze commerciali delle tensioni legate al conflitto tra Israele e Gaza, dopo la catena Starbucks.

“Molti mercati in Medio Oriente e alcuni al di fuori della regione stanno sperimentando un impatto significativo sul business a causa della guerra e della disinformazione ad essa associata che colpisce marchi come McDonald’s”, ha affermato. “Ciò è deludente e infondato”, ha aggiunto Kempczinski, “in tutti i paesi in cui operiamo, compresi quelli musulmani, McDonald’s è orgogliosamente rappresentato dai proprietari locali”.

Gli appelli al boicottaggio di McDonald's sono stati presi di mira dopo che la sua filiale in Israele ha distribuito migliaia di pasti gratuiti ai membri dell'esercito israeliano. Questa iniziativa ha scatenato proteste, soprattutto nei paesi a maggioranza musulmana come il Kuwait e il Pakistan. Il movimento BDS filo-palestinese, che non aveva mai preso di mira McDonald's prima, questa settimana ha chiesto il boicottaggio del marchio a seguito di una denuncia presentata da McDonald's Malaysia, sostenuta da una società saudita, contro il movimento BDS malese per diffamazione. Il movimento BDS chiede che McDonald's tagli i rapporti con i suoi affiliati in Israele e Malesia, accusando McDonald's Malesia di sopprimere il sostegno a Gaza. Anche nel Regno Unito, in Francia e in Turchia sono stati lanciati appelli al boicottaggio dei consumatori. In alcuni casi, i ristoranti sono stati vandalizzati, con il pretesto che McDonald's “sosteneva il massacro”.

READ  Promozioni, ricerca del miglior prezzo, ...: il piano di battaglia dei supermercati per cercare di contrastare l'aumento dei prezzi

McDonald's fa affidamento su migliaia di aziende indipendenti per gestire la maggior parte dei suoi oltre 40.000 negozi in tutto il mondo. Circa il 5% di loro si trova in Medio Oriente.