Aprile 17, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Israele ha accusato Hamas di “cercare di infiammare la regione durante il mese di Ramadan”.

Israele ha accusato Hamas di “cercare di infiammare la regione durante il mese di Ramadan”.

Aggiornamento sulla situazione – I vertici del Mossad e della CIA si sono incontrati venerdì nell'ambito dei negoziati per una tregua a Gaza, secondo quanto annunciato dalle autorità israeliane, che accusano Hamas di inasprire la propria posizione.

Secondo il Ministero della Sanità di Hamas, oggi, sabato, l'attacco aereo israeliano ha causato decine di vittime nella Striscia di Gaza. La prima nave che trasporta aiuti si prepara a salpare da Cipro alla volta dei territori palestinesi colpiti dalla carestia. Le autorità israeliane ritengono che Hamas non stia effettivamente cercando di raggiungere un accordo su un cessate il fuoco. Le Figaro Questa situazione si verifica più di cinque mesi dopo l’attacco di Hamas contro Israele.

Sembra che Hamas “Non sono interessati all’accordo e cercano di infiammare la regione durante il mese del Ramadan”.Accusa Israele

I capi dell'intelligence israeliana e americana, del Mossad e della CIA, si sono incontrati venerdì con l'obiettivo di raggiungere un accordo “Andare verso un altro accordo per liberare gli ostaggi”. Sabato il governo israeliano ha dichiarato in una dichiarazione che i detenuti si trovano a Gaza.

Sembra che Hamas “Non sono interessati all’accordo e cercano di infiammare la regione durante il mese del Ramadan”.Il mese di digiuno per i musulmani, che inizierà all'inizio della prossima settimana, lo hanno annunciato le autorità israeliane in questo comunicato stampa diffuso dai servizi del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, per conto del Mossad.

Israele denuncia la ripresa degli aiuti dell'UNRWA da parte di Canada e Svezia

“La decisione del Canada e della Svezia di riprendere i finanziamenti all’UNRWA (…) è un grave errore”.Lior Hayat, portavoce del Ministero degli Affari Esteri israeliano, ha scritto in una lettera pubblicata sul sito X, accusando questi due paesi “Continuare a ignorare il coinvolgimento del personale dell’UNRWA in attività terroristiche”. “La ripresa dei finanziamenti all’UNRWA non cambierà il fatto che questa organizzazione è parte del problema e non sarà parte della soluzione nella Striscia di Gaza”.Ha aggiunto.

READ  La fine della situazione degli ostaggi a Parigi: l'arresto di un uomo

Venerdì e sabato, il Canada e la Svezia hanno annunciato la ripresa dei finanziamenti all'UNRWA, che avevano sospeso, come altri paesi, quando Israele, alla fine dello scorso gennaio, aveva accusato 12 dipendenti dell'agenzia di coinvolgimento nell'attacco del 7 ottobre compiuto da il movimento Hamas e la sua leadership. Ciò ha portato all’uccisione di 1.160 persone in Israele, la maggior parte delle quali erano civili, secondo un censimento condotto dall’Agence France-Presse sulla base di dati ufficiali.

Quinto: interrompere gli aiuti americani a Gaza

Un aereo da trasporto militare precipita “L’equivalente di 41.400 pasti e 23.000 bottiglie d’acqua nel nord della Striscia di Gaza”.Lo ha indicato il Comando Usa per il Medio Oriente (Centcom). Cinque persone sono state uccise e altre dieci ferite oggi, venerdì, a seguito dei pacchi di aiuti umanitari sganciati da aerei sulla città di Gaza, secondo quanto ha detto all'AFP un funzionario dell'ospedale Al-Shifa.

Il comando statunitense ha confermato che non si trattava di pacchi abbandonati. Da lunedì gli americani lanciano ogni giorno acqua e cibo a Gaza, ma si rendono conto che questo metodo di consegna non è sufficiente di fronte alla minaccia della carestia.

Libano: almeno cinque morti in un raid israeliano

“L’attacco a una casa nella città di Khirbet Selm provoca la morte di una famiglia di quattro persone”.Una coppia e i loro due figli, oltre ad una quinta persona. “Più di nove altre persone sono rimaste ferite.”Ha indicato l'agenzia Al-Ani. Ha spiegato che la madre, sfollata dalla città di confine di Blida con il marito e i due figli, era incinta.

L'agenzia ha riferito che l'irruzione ha portato alla completa distruzione della casa e al ferimento dei residenti delle case vicine che sono state sottoposte a violenti bombardamenti. Tutti i feriti sono stati portati in ospedale, secondo la fonte. Dall’inizio delle violenze transfrontaliere, l’8 ottobre, almeno 312 persone, la maggior parte dei quali combattenti di Hezbollah e 56 civili, sono state uccise in Libano, secondo un conteggio dell’Agence France-Presse.

READ  Terribile frana in Savoia: il traffico tra Francia e Italia è gravemente interrotto

Aiuti umanitari via mare

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

Venerdì a Cipro la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha espresso la speranza che domenica venga aperto un corridoio marittimo che consenta la consegna degli aiuti dall'isola del Mediterraneo, che si trova a circa 370 chilometri da Gaza. Due ONG si stanno già preparando a inviare da Cipro la prima imbarcazione con 200 tonnellate di cibo.

“Oggi sarà tutto pronto, quindi potrò partire”.Laura Lanuza, portavoce della ONG spagnola Open Arms, partner di questo progetto della ONG statunitense World Central Kitchen (WCK) dello chef ispano-americano José Andrés, lo ha detto sabato all'AFP. Lei ha indicato che le autorità israeliane – che hanno approvato il principio di questa operazione in modo simile alle autorità cipriote – stavano ispezionando il carico della nave. “200 tonnellate di cibo, riso, farina e scatolette di tonno”.Nel porto di Larnaca.

Rischio di carestia

Secondo le Nazioni Unite, 2,2 dei 2,4 milioni di persone che vivono in questa zona ristretta, che soffre di una significativa carenza di acqua e cibo, sono minacciate dalla carestia, e 1,7 milioni sono sfollate a causa dei combattimenti e degli attacchi israeliani che hanno causato massicce distruzioni . Per le Nazioni Unite, che mette in guardia “La carestia diffusa è quasi inevitabile” A Gaza, i lanci aerei, così come l’invio di aiuti via mare, non possono sostituire la rotta terrestre. Secondo il Ministero della Sanità di Hamas, almeno 23 civili sono morti di malnutrizione e disidratazione a Gaza, dopo la morte di altri tre bambini.

READ  Un Trump “arrabbiato” si prepara a provare a rilanciare la sua campagna

Circa 31mila morti, secondo Hamas

Gli attacchi israeliani su Gaza non mostrano alcun sollievo. Il ministero della Sanità di Hamas ha aggiornato il bilancio delle vittime del conflitto: 30.960 persone sono state uccise nella Striscia di Gaza dal 7 ottobre. Il ministero ha affermato in un comunicato che 82 di loro sono stati uccisi nelle ultime 24 ore, aggiungendo che un totale di 72.524 sono rimasti feriti dall'inizio della guerra, il 7 ottobre.

Da parte israeliana, l'attacco di Hamas ha ucciso almeno 1.160 persone, la maggior parte civili, nel sud di Israele, secondo un conteggio dell'Agence France-Presse basato su fonti ufficiali. Quel giorno circa 250 persone furono rapite e portate a Gaza, e lì sono ancora tenuti 130 ostaggi, dei quali secondo Israele 31 sono morti.