Giugno 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Inter, mi manchi”, “Il ritorno del re”: l’arrivo di Lukaku incendia la stampa italiana!

Romelu Lukaku e altri l’Inter: Il secondo passo! questo martedì, Chelsea E i nerazzurri si sono messi d’accordo sul Red Devil. Prestito pagato da 8 milioni di euro dove il vincitore sembra un vero economista italiano. Anche l’attaccante può essere soddisfatto. È tornato al club permettendogli di prendere una nuova dimensione nella sua carriera per risollevarsi.

A La Botte, questo ritorno è visto come una benedizione. “Inter, mi manchi”, titoli della Gazzetta dello Sport. Per il giornale, i suoi sostenitori dimenticheranno presto la sua partenza dall’anno scorso. “Il passato non conta più. Neanche il tradimento inglese nell’agosto 2021. Nel momento in cui fugge nella tempesta ed è sedotto dalla gioia e dai libri di Londra”. Nella vita di tutti i giorni conta solo il presente: “Oggi all’Inter interessa solo l’emozione di una rimonta. Quello che voleva prima di tutto. Aveva a che fare con i difensori, questa volta ha spostato delle montagne per tornare di nuovo. Ha piegato al destino e alle leggi del mercato.”

Per il Corriere dello Sport si tratta di uno dei trasferimenti estivi. Dopo dieci mesi di esilio, riabbraccia l’Inter Romelu LukakuInizia il diario. “A poche ore dal rinnovo del contratto di Simone Inzaghi fino al 2024, è arrivata un’altra attesa per i tifosi nerazzurri”.

Tuttavia, in prima pagina, un rispettato agente nella prefazione discute il trasferimento di Lukaku con disprezzo. “L’Inter non ha bisogno di Lukaku”spiega Branchini. A sostegno del suo punto di vista, ha spiegato soprattutto come il campionato italiano dovrebbe uscire dalla crisi. “Bisogna fare scelte giovani con giocatori che hanno la capacità di esprimersi. Io sceglierei Abraham su Lukaku. Soprattutto se hai già un giocatore come Lautaro con un potenziale straordinario. Per me si tratta di una decisione inutile. Il ritorno del belga può prevenire ulteriori operazioni. Più applicabile. Questo vale anche per Dybala. “

READ  'Mossa dolorosa', 'Ci sono ancora abituato', valuta Lionel Messi dopo i primi due mesi al PSG

Una posizione che il Corriere della Sera non condivide. Titoli di giornale “Il ritorno del re di Milano”. “L’Inter firma un capolavoro. Dopo essere stata ceduta a 115 milioni la scorsa estate, il club ha portato a casa Lukaku. L’attaccante è più di un giocatore, è un simbolo, l’uomo è in grado di riportare lo scudetto nello spettacolo nerazzurro e ringrazia per lui c’è l’Inter tra i candidati, l’hanno già messa alla prova. Il duo con Lautaro e il suo consenso. Il tridente con Dybala sarà una grande forza anche per la Champions”.

In un editoriale, di questo atteso ritorno ha parlato anche il caporedattore dello stesso quotidiano. “A modo suo, questo è l’affare più importante e più disperato nella lunga storia del calcio”.lui inizia. “Perché Lukaku non è un bisogno esistenziale dell’Inter. Ma è un bisogno esistenziale di un grande giocatore che incontra un allenatore che non gli interessava. Il belga ha capito cosa gli serviva per ricominciare la carriera”. Prima di concludere: “Conosco il calcio da qualche decennio e non ricordo un eroe che abbia tagliato lo stipendio di un quarto per tornare al suo vecchio club”.

Anche diversi ex giocatori italiani hanno preso in considerazione questa rimonta. Come Gianfranco Zola. “È chiaro che Lukaku ha avuto problemi al Chelsea”, ha detto a Sky Sports. “Il suo ritorno è una grande novità per l’Inter. Perché è un giocatore assolutamente eccezionale e ha le qualifiche per fare la differenza. Lo ha dimostrato due anni fa. Sulla base di questa recente esperienza può ancora migliorare”.

Una cosa è certa, tuttavia, e che Romelu Lukaku sarà ansioso di dimostrare che il suo arco narrativo londinese è finito. E dimostrare che è ancora uno dei migliori attaccanti del mondo.

READ  Formula 1 | La Red Bull considera prioritario il peso della RB18 secondo Horner