Marzo 3, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Inflazione: in Europa, l’avidità aziendale ha eroso il potere d’acquisto

Inflazione: in Europa, l’avidità aziendale ha eroso il potere d’acquisto

Di fronte all’aumento dell’inflazione, le banche centrali temono l’emergere della famosa spirale prezzi-salari. Tuttavia, sono state le società, gonfiando i loro margini, ad alimentare l’aumento dei prezzi. Con l’eccezione del Belgio, secondo la Banca nazionale.
Articolo riservato agli abbonati

Giornalista presso il Dipartimento di Economia

Tempo di lettura: 5 minuti

ILIl motivo principale del marcato aumento dell’inflazione lo scorso anno – a livelli che non si registravano nel nostro Paese da quarant’anni! – Non discutibile: tutti gli economisti indicano l’aumento dei prezzi dei combustibili fossili, in particolare del gas, all’indomani dell’invasione russa dell’Ucraina.

Tuttavia, lo “shock energetico” non spiega tutto: né l’entità dell’aumento inflazionistico né la sua continuazione – più precisamente, la continuazione della cosiddetta inflazione “core”, nonostante il marcato calo dei prezzi dell’energia dallo scorso autunno.

In linea con l’esperienza degli shock petroliferi degli anni ’70, le banche centrali osservarono – così come il cuoco, il latte sul fornello – mentre si svolgeva una spirale prezzi-salari, mentre i lavoratori chiedevano aumenti della loro paga. Compensando i prezzi elevati, contribuendo ad alimentare l’inflazione.



Questo articolo è riservato agli abbonati

Scopri il resto, 1 euro per 1 mese
(nessun post)

Con questa offerta, goditi quanto segue:
  • Accesso illimitato a tutti gli articoli, file e rapporti della redazione
  • Il giornale in versione digitale
  • Lettura confortevole con annunci limitati

READ  'Questo è un po' ingiusto': perché l'imposta sul valore aggiunto sul propano è ancora al 21% quando è stata abbassata al 6% per il gas naturale e l'elettricità?