Luglio 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il suo futuro con i demoni, la sua critica alla Società delle Nazioni e la sua visione di C1: De Bruyne Assess | calcio straniero

Le sue critiche alla Nations League, le sue ambizioni mondiali, la finale di Champions League, il suo futuro con i Devils: ha fatto notizia Kevin De Bruyne in un’intervista a Gilles de Belde, per Het Laatste Nieuws.

Champions League: sono cresciuto prima della finale

Il Manchester City è stato eliminato dal Real Madrid dopo uno scenario inaspettato in semifinale. “E’ il calcio, non c’è altro da dire al riguardo. Quello che è successo è la forza del Real. Non lo hanno fatto solo a noi. Non possiamo biasimarci. In pochi minuti hanno segnato due gol che hanno cambiato l’intera partita. È quei momenti che non puoi spiegare. Poi ne ho parlato con Eden Hazard. Mi ha anche detto che una cosa del genere può succedere solo al Real Madrid. Con il senno di poi, devi accettarlo, dice.

A The Devils Maker è stato poi chiesto della finale di Champions League tra Real e Liverpool: “Ha dormito e ho visto solo cinque minuti. Ho saputo durante la notte che il Real aveva vinto. Dopo due giorni di Coppa KDB e l’addio al nubilato, ho non poteva combattere”, sorrise la vecchia 30 anni.

Società delle Nazioni: “Il corpo ha bisogno di riposo”

Questo fine settimana, De Bruyne ha ammesso di non essere del tutto ansioso per la Nations League. Giustifica le sue parole: “Dopo una stagione così difficile – e una settimana senza allenamenti né partite – il corpo è in uno stato di completo stress. Quindi giocare quattro partite in dieci giorni è una ricerca di guai. Il corpo ha bisogno di un vero riposo periodo.”

READ  Primoz Roglic ne sera pas au départ de la Flèche wallonne 2022 : la composizione dell'équipe Jumbo-Visma, avec Vingegaard

“Ma non ho chiesto all’allenatore di risparmiarmi. Se dovessi giocare quelle quattro partite, lo prenderei. (ride) Ho giocato anche dall’Atletico Madrid con una ferita aperta al piede che doveva essere suturata. A volte bisogna sacrificare alcune cose. Adesso siamo stati convocati. Con 32 giocatori. Penso che giocheranno tutti”, aggiunge il giocatore del Man City.

Il suo futuro con i Devils: “Continuerò sicuramente fino a Euro 2024”

Al termine della stagione, De Bruyne avrà alcune settimane per ricaricare le batterie. Poi arrivano i preparativi per una nuova stagione molto impegnativa, in particolare la Coppa del Mondo in Qatar. “Siamo un po’ fuori sede. Nel 2018 eravamo un po’ più vicini ai candidati”.

De Bruyne ha poi dato un aggiornamento sul suo futuro con i Devils dopo il Mondiale: “Continuerò con la Nazionale. Per quanto tempo non so. Almeno fino a Euro 2024, se tutto andrà bene. Vedremo come Lo sento dopo. Per me la qualità è la cosa più importante. Dalla quantità.È anche difficile trovare il perfetto equilibrio tra la famiglia e la vita che viviamo.Mia moglie lo capisce, i bambini a volte.A volte non sono felici perché lì non è papà. Più tardi capiranno.

“Finché sarò ai massimi livelli e potrò esibirmi, continuerò. Se un giorno non sarà più così dovrò fare delle scelte. Nella tua carriera, la nazionale di solito è la prima cosa a cui rinunci. Ma al momento non ho quella Sensazione”.