Aprile 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il progetto del satellite spia “Starshield” di SpaceX così “nessuno potrà nascondersi”

Il progetto del satellite spia “Starshield” di SpaceX così “nessuno potrà nascondersi”

La partnership, del valore di 1,8 miliardi di dollari, mira a mettere in orbita Star Shield, una costellazione di satelliti spia con capacità rivoluzionarie ma controverse.

Riri, Fifi, Lulu… Il gioiello belga Aerospacelab ha dispiegato con successo i suoi nuovi satelliti con SpaceX

Scudo Stellare, Occhio degli Stati Uniti

Il progetto Starshield rappresenta un'evoluzione nella strategia dell'intelligence statunitense. Attraverso lo spiegamento di questi satelliti spia, il National Reconnaissance Office intende migliorare le proprie capacità di sorveglianza, osservazione della Terra e comunicazione sicura. Questi satelliti, dotati di sensori avanzati, sono progettati per tracciare bersagli terrestri con una precisione senza pari. Un asset strategico innegabile per l’intelligence e le operazioni militari, con l’obiettivo di ““Nessuno può nascondersi”Lo riferisce l'agenzia di stampa secondo una delle fonti.

Questa partnership tra SpaceX e NRO solleverà sicuramente interrogativi, soprattutto per quanto riguarda le implicazioni per la privacy e la sorveglianza di massa. La capacità di questi satelliti di raccogliere continuamente dati sull’intera superficie della Terra pone un dilemma etico. Inoltre, il coinvolgimento di SpaceX nelle operazioni militari, particolarmente evidente attraverso il controverso utilizzo dei satelliti Starlink in Ucraina, evidenzia il suo ruolo legato alla gestione delle tecnologie spaziali in contesti di conflitto.

Elon Musk sfida il Delaware: il massiccio trasferimento di SpaceX in Texas

Situazione geopolitica complessa

L’iniziativa Star Shield si inserisce in un contesto geopolitico teso, in cui la supremazia nello spazio è diventata un problema nella competizione tra grandi potenze. Attraverso questo progetto, gli Stati Uniti non cercheranno solo di affermare il proprio dominio tecnologico, ma cercheranno anche di anticipare e affrontare potenziali minacce.

READ  Titoli di Stato, un modo semplice per riciclare i tuoi soldi?

Solo che, secondo quanto rivelato da Reuters, il progetto è già in corso dal 2020. Saranno quindi in orbita i satelliti spia, inviati privatamente con l'ausilio dei razzi Falcon 9. Le fonti citate dall'agenzia di stampa indicano che “Il database degli oggetti in orbita del governo degli Stati Uniti mostra che diverse missioni SpaceX hanno dispiegato satelliti che né la società né il governo hanno mai riconosciuto. Due fonti hanno confermato che si tratta di prototipi della rete Starshield.

Se una data ufficiale di implementazione non verrà annunciata ufficialmente, il progetto sarà classificato come “segreto” e un portavoce dell’NRO ha confermato che la società sta effettivamente lavorando su un sistema di intelligence e ricognizione spaziale. “Il sistema più efficiente, versatile e flessibile che il mondo abbia mai conosciuto.”