Febbraio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Partito socialista vuole “restituire alle parti sociali la libertà di negoziare gli aumenti”.

Il Partito socialista vuole “restituire alle parti sociali la libertà di negoziare gli aumenti”.

Ha inoltre espresso il desiderio dei socialisti di rivedere la legge sulla competitività del 1996, che limita le possibilità di negoziazione tra le parti sociali sui margini salariali.

“I grandi datori di lavoro, la Federazione delle imprese belghe (FEB), lanciano ancora una volta un attacco contro l’indicizzazione automatica degli stipendi (…) salari medi”. Crea confusione, che è ovviamente ciò che la FEB sta cercando, attaccare l’indicizzazione automatica in modo indiretto. Ma sarò chiaro: non stiamo parlando di indicizzazione automatica degli stipendi! “

Catherine Moreau: “Ci sono mele marce nel Partito socialista”

Il leader dei socialisti di Bruxelles, che sarà in testa alla lista nella regione alle elezioni del 9 giugno, ha confermato che anche il Partito socialista vuole rivedere la legge del 1996: “Diciamo a lui (al FEB) che vogliamo ricambiare il favore.” “Le parti sociali, e quindi i sindacati, hanno la libertà di negoziare liberamente gli aumenti salariali. Gli aumenti salariali superano l'indicizzazione e superano gli aumenti di volume.”

Sotto la coalizione di Vivaldi è stata mantenuta l'indicizzazione automatica degli stipendi, così come la legge sulla competitività.

Anche Ahmed Al-Owaij ha criticato MR: “Alcuni fanno acquisti e fanno marketing coinvolgendo star dei media, candidati o candidati che dovrebbero restituire voti non per le loro idee, ma per la loro immagine e presunta notorietà. Noi lo facciamo diversamente. Lo abbiamo chiesto alla nostra compagna della FGTB, Estelle Siolemans, ampliando la sua lotta sindacale con una lotta politica al nostro fianco nella lista dell’UE.”