Marzo 4, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il mercato francese è tornato in salute nel 2023 con un numero record di auto elettriche

Il mercato francese è tornato in salute nel 2023 con un numero record di auto elettriche

Il mercato automobilistico francese ha ripreso la sua attività nel 2023, secondo la Piattaforma Automotive (PFA), riferimento in questo settore in Francia. Secondo gli ultimi dati pubblicati oggi, lunedì, il mercato è cresciuto del 16,07% e ha visto la negoziazione di una serie di “ Registrati » Auto elettriche e ibride.

In totale, lo scorso anno sono entrate in circolazione 1.774.729 nuove autovetture, secondo l'AFP, che rappresenta i produttori e i fornitori francesi di attrezzature. Le registrazioni indicano la consegna dei veicoli ordinati con diverse settimane o mesi di anticipo.

Siamo riusciti a vendere i veicoli ordinati dai clienti e il problema cruciale della carenza di componenti elettronici sta scomparendo », conferma all'AFP François Rodier, direttore della comunicazione della PFA, che rilancia « felice anno ».

Anno 2024 Molto più problematico »

Abbiamo un anno positivo ma non è nemmeno una celebrazione, il 2022 è stato molto complesso e ha visto grossi problemi a livello industriale », Timbers Gregory Pelletier, direttore editoriale di L'Argus. Tuttavia appare l’anno 2024”. Molto più problematico “, auto ” I nuovi ordini sono piuttosto bassi “, sottolinea François Roder.

Viviamo in un’economia inflazionistica, la benzina e i veicoli sono costosi, il che non va a favore delle automobili, ed è difficile scegliere tra benzina, ibrido ed elettricità. Gregory Pelletier è d'accordo.

Il mercato automobilistico francese continua a riprendere slancio

Anche il mercato è rimasto ancora una volta al di sotto della soglia simbolica dei due milioni di veicoli immatricolati, solitamente raggiunta prima della pandemia di Covid-19. ” Stiamo entrando in un volume di iscrizioni che sarà strutturalmente inferiore », stima François Rodier: le vendite di auto entry-level sono diminuite dopo la pandemia, mentre « Assistiamo a un boom di veicoli di fascia alta », più costoso ma venduto in quantità minori.

READ  "La stanza di Newton" in un college di Angers per dare un assaggio di scienza

Numero record di auto elettriche

Le auto elettriche (16,8% delle immatricolazioni) e le auto ibride (9,2%) insieme rappresentano il 26% delle immatricolazioni totali. ” È un record, non l'abbiamo mai raggiunto prima e il passaggio all'elettrificazione è in corso », secondo François Roder. In totale, più di 1,5 milioni di veicoli elettrici e ibridi circolano già sulle strade francesi, secondo altri dati dell'Associazione dei professionisti della mobilità elettrica (Avere).

Auto elettriche: i produttori europei stanno stringendo accordi con i concorrenti cinesi per contenerli meglio

Secondo la PFA, le vendite di veicoli completamente elettrici sono aumentate del 47% rispetto al 2022, e anche le vendite di veicoli ibridi, cioè quei veicoli che sono anche collegati a una presa o a un terminale e possono viaggiare in modalità elettrica, sono aumentate del 34%. . Altre informazioni interessanti fornite dallo studio: la Model Y di Tesla, il modello elettrico più venduto dell'anno, è stato l'ottavo modello più popolare in circolazione nel Paese. Seguono in classifica le cinesi Dacia Sebring e la piccola MG4, davanti alla Fiat 500e e alla Renault Megane, la vettura francese leader.

D'altro canto, le immatricolazioni di auto a benzina sono rimaste stabili, secondo la piattaforma automobilistica. Questi rappresentano più di un terzo della flotta messa in commercio, mentre il diesel ha continuato a diminuire: solo un’autovettura nuova su dieci immatricolata nel 2023 era diesel.

Stellantis guida le vendite… ma Renault si avvicina

Chi è il più grande venditore di automobili in Francia? Se Stellantis (proprietaria dei marchi Peugeot, Citroen, Fiat, Opel e Jeep) resta al vertice delle vendite con una quota di mercato del 27,4%, il gruppo è avanti solo dell'1,8% e vede nel suo specchietto retrovisore il ritorno di Renault ( 24,6% del mercato delle auto private, +18,3%), mentre completa il podio Volkswagen (quota di mercato 13,9%, +25,2%).

READ  Fauna selvatica: ci sono solo dieci focene rimaste nell'Oceano Pacifico... nel mondo

La Renault Clio V è in cima alla lista delle auto in circolazione, davanti alla Peugeot 208, la cui nuova versione dovrebbe arrivare il prossimo gennaio. ” La Renault ha faticato a fornire risultati negli anni precedenti a causa della carenza di pezzi di ricambio “, Mentre ” È un brutto anno per Peugeot, che ha aumentato i prezzi e non ha raggiunto i suoi obiettivi “, secondo Gregory Pelletier.

L’inasprimento del bonus ambientale innervosisce i costruttori

Inoltre, i produttori si affrettano a immatricolare le auto elettriche prima che il bonus ambientale venga inasprito il 15 marzo. I nuovi standard terranno conto in particolare dell’impronta di carbonio della produzione di veicoli. Saranno ammissibili solo quelli prodotti in Francia e in Europa. Saranno quindi esclusi i due principali modelli elettrici made in China, Tesla Model 3 e Dacia Spring, così come i principali produttori cinesi come BYD o MG (SAIC).

Auto elettrica: nel 2024 il bonus ambientale potrebbe diminuire di 1.000 euro per le famiglie più ricche

Secondo François Roder, anche la potenziale riduzione del vantaggio ambientale derivante dall’acquisto di un’auto elettrica potrebbe costituire un ostacolo al passaggio all’elettricità, come è avvenuto in Germania o negli Stati Uniti. Secondo una fonte governativa, questa cifra potrebbe salire a 4.000 euro per il 50% più ricco dei francesi, invece di 5.000 euro nel 2023.

Il “leasing sociale” è l’arma del governo per promuovere l’elettricità

Affinché le famiglie più modeste possano avere accesso all’elettricità, alla fine del 2023 il Paese ha lanciato un sistema di locazione con opzione di acquisto (LOA) per meno di 100 euro per i cittadini e 150 euro per le auto familiari (escluse assicurazioni e manutenzione). Con 20.000 auto nel primo anno, questo sistema è inizialmente aperto a “ Rulli pesanti attivi » (Coloro che percorrono più di 8.000 chilometri all'anno o che abitano a più di 15 chilometri dal luogo di lavoro).

READ  Perché avere una relazione è garanzia di buona salute

Lo Stato finanzia ogni noleggio fino a 13.000 euro. Questa richiesta di autorizzazione sarà finalmente aperta alla metà delle famiglie a basso reddito, il cui reddito fiscale di riferimento unitario è inferiore a 15.400 euro. Senza il contributo iniziale, il contratto di locazione è previsto per tre anni.

Stellantis e Renault sono in corsa per le auto elettriche

È la partita dell'anno per il mercato automobilistico francese: Renault contro Stellantis, il gruppo proprietario di Peugeot e Citroën nata dalla fusione tra PSA e Fiat Chrysler. Due gruppi, due storie, due presidenti simbolici, ma la stessa ambizione: conquistare il mercato delle auto elettriche in Europa. Questa battaglia è iniziata qualche anno fa e assumerà un’altra dimensione nel 2024 con il lancio di diversi modelli in due segmenti di mercato strategici: le utilitarie e i Suv.

Nel segmento altamente competitivo delle city car elettriche, la nuova Citroën C3, in versione elettrica, competerà con l'emblematica vettura elettrica Renault R5. Una battaglia che nasconde strategie industriali diametralmente opposte. Renault punta sullo slogan “Made in France” per la sua R5, prodotta nella città di Douai, nella regione dell'Hauts-de-France.

Il gruppo Stellantis produrrà la sua auto elettrica C3 in Slovacchia, mentre la sua auto elettrica Peugeot 208 sarà prodotta in Spagna. È una strategia giustificata dal basso costo del lavoro in questi paesi, che la rende possibile “Proteggere l’accessibilità dei veicoli elettrici eliminando i costi aggiuntivi del 30% rispetto alle versioni termiche.”.

(Con AFP)