Novembre 27, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’avvocato antipassaggio Fabrice De Vizio è stato convocato martedì davanti al Consiglio dell’Ordine dell’Ordine

L’avvocato Fabrice de Vizio, uno dei simboli del movimento anti-sanitario e dei circoli del complotto, è stato convocato martedì 27 settembre alle 9 del mattino davanti al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Parigi, France Info ha appreso lunedì 26 settembre da una fonte vicina. Dal file conferma informazioni da Pubblicazione (Questo articolo è riservato agli abbonati). È soggetto a una sanzione che può variare dalla censura alla mancata partecipazione, compresa la sospensione o l’interdizione definitiva dalla pratica.

Nella citazione indirizzata a Fabrice de Viseu, che franceinfo ha potuto consultare, è stato denunciato l’avvocato Violazione dei principi fondamentali […] La professione legale, la dignità, la coscienza, la rettitudine, l’umanità, l’onore, la fratellanza, la tenerezza, la moderazione, la decenza e la prudenza nei confronti del suo cliente..

In concreto, il presidente dell’Ordine degli Avvocati dell’Ordine degli Avvocati di Parigi lo accusa di possederlo “Dichiarazioni maleducate, volgari e offensive ripetutamente fatte” Sui social tra aprile 2020 e settembre 2021, sulla piattaforma Twich a ottobre 2021, e perché ha fatto lo stesso sul gruppo “Touche pas à mon poste” su C8 a marzo e settembre 2021, praticando il comportamento “spericolato” Può “Danni e danni” Come la professione forense.

La citazione cita anche un tweet in cui si dichiara che il suo aiuto merita di essere licenziato perché ha ricevuto una vaccinazione contro il Covid-19, così come il suo comportamento “spericolato” In un video intitolato “The Birth of Tyranny and Resistance” del luglio 2021 e in un’altra clip viene posta la domanda “Health Corridor: APA”.[r]Vai a marzo? “

Gli ha anche mostrato un video clip in cui dice: Impara ad aggirare il decreto [imposant le pass sanitaire] Legalmente” incoraggiando gli astanti non vaccinati a raddoppiare i loro appelli al divieto, ma senza informarli della lentezza del tempo giudiziario o avvisarli di eventuali condanne che potrebbero dover affrontare.

READ  Salute mentale in movimento

Questa citazione è accompagnata da una relazione che arriva al termine di un’indagine etica aperta nel settembre 2021 dal Consiglio dell’Ordine. All’epoca, i clienti scontenti si sono lamentati con il consiglio del suo comportamento, ma secondo le informazioni di franceinfo, nessuna di queste lamentele è stata inclusa nel preventivo.