Novembre 28, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il massiccio lancio di razzi della NASA sulla luna previsto per martedì è minacciato da una tempesta

Non ancora chiamato Tropical Depression Nine, si trova attualmente sotto la Repubblica Dominicana. Ma dovrebbe trasformarsi in un uragano nei prossimi giorni e salire attraverso il Golfo del Messico fino alla Florida, dove si trova il Kennedy Space Center da dove verrà lanciato il razzo.

“Il nostro piano (a) è quello di continuare il corso e fare un decollo il 27 settembre”, ha detto venerdì il funzionario del Kennedy Center Mike Bolger.

“Ma se dobbiamo passare al Piano B, abbiamo bisogno di alcuni giorni per concentrarci sulla nostra squadra attuale (…) e riportare il missile a proteggere il suo edificio di assemblaggio”, ha aggiunto.

La NASA controlla da vicino ogni bollettino meteorologico.

“Probabilmente prenderemo una decisione entro domani mattina (sabato mattina, ndr) o nel primo pomeriggio”, ha detto Bolger.

Il missile SLS arancione e bianco può sopportare, sulla rampa di lancio, raffiche di massimo 137 km/h.

Se deve essere fornito un riparo, l’attuale periodo di riprese, che dura fino al 4 ottobre, sarà perso. Il periodo successivo va dal 17 al 31 ottobre, con possibilità di un decollo al giorno (tranne dal 24 al 26 e 28 ottobre).

Questa battuta d’arresto sarebbe un duro colpo per la NASA, che ha appena superato altri due problemi, con il suo decollo interrotto all’ultimo minuto a causa della fuoriuscita di idrogeno liquido durante il riempimento dei serbatoi con questo carburante. Da allora il sigillo danneggiato è stato sostituito e questa settimana la NASA ha superato un test a terra per verificare le riparazioni.