Febbraio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il detentore del record mondiale di maratona Kelvin Kiptom muore in un incidente

Il detentore del record mondiale di maratona Kelvin Kiptom muore in un incidente

Il detentore del record mondiale di maratona, Kelvin Kiptum, il candidato più probabile a vincere il titolo olimpico alle Olimpiadi di Parigi quest'estate, è morto domenica sera in un incidente stradale nel Kenya centrale, all'età di 24 anni.

“L'incidente è avvenuto intorno alle 23:00 (20:00 GMT). C'erano tre passeggeri nell'auto. Due sono morti sul colpo mentre un altro è stato portato in ospedale”, ha detto alla stampa il capo della polizia del distretto di Elgeo Marakwet, Peter Mulling. “I morti erano Kiptom e il suo allenatore, Jervis Hakizimana.”

“Era Kiptom che stava guidando la sua macchina verso Eldoret”, ha aggiunto, aggiungendo di aver perso il controllo dell'auto. Ha aggiunto: “Una passeggera è rimasta ferita e portata in ospedale”.

Kelvin Kiptom celebra il suo record mondiale alla Maratona di Chicago, l'8 ottobre 2023

©AFP/Archivio

Kiptom ha compiuto una clamorosa rivoluzione nel mondo della maratona, battendo il record mondiale della disciplina a Chicago lo scorso ottobre (2 ore, 00 minuti e 35 secondi), battendo di 34 secondi il tempo del suo connazionale Eliud Kipchoge, occupando terzo posto. Solo professione.

Aveva vinto anche i due tornei precedenti, a Valencia nel 2022 e a Londra nel 2023.

Il keniano aveva annunciato che avrebbe tentato di diventare il primo uomo a correre una maratona ufficiale sotto il limite simbolico delle due ore a Rotterdam il 14 aprile.

“Kelvin Kiptom e il suo allenatore Gervais Hakizimana sono morti in un terribile incidente stradale mentre tornavano al ritiro”, ha spiegato il suo ex procuratore sportivo belga Marc Corstens, annunciando la “triste notizia” su Instagram.

“Siamo scioccati e profondamente addolorati nell'apprendere della scomparsa di Kelvin Kiptom e del suo allenatore Jervis Hakizimana”, ha dichiarato il presidente della IAAF Sebastian Coe in un comunicato stampa, dando il benvenuto a “un atleta eccezionale che lascia un'eredità straordinaria”. “Ci mancherà”, ha concluso.

“Perdite enormi”

Il doppio campione olimpico keniota degli 800 metri (2012 e 2016) David Rudisha ha dichiarato: “Questa è una perdita enorme”, esprimendo il suo “shock e profonda tristezza” in un messaggio sul sito di social network “X”.

Anche la Federazione di Atletica Kenya ha espresso la sua “profonda tristezza” e la società organizzatrice delle sei grandi maratone (Boston, New York, Chicago, Berlino, Londra, Tokyo) si è detta “devastata dalla notizia”, ​​in messaggi su Canale X.

Kiptom ha perso la vita non lontano dai suoi percorsi di allenamento e dal suo villaggio natale di Chepkorio, a una quarantina di chilometri da Eldoret, nella Rift Valley, la mecca della corsa su fondo in Kenya.

Kelvin Kiptom celebra la sua vittoria e il record del mondo alla Maratona di Chicago, 8 ottobre 2023

©AFP/Archivio

È stato allenato dal ruandese Jervis Hakizimana, che ha incontrato Kiptom nel 2013 durante il suo soggiorno da allenatore in Kenya prima di diventare il suo allenatore a tempo pieno nel 2020.

Questa morte ricorda quella improvvisa di un altro grande maratoneta keniano, Samuel Wanjiru, alla stessa età nel 2011, quasi tre anni dopo aver vinto il titolo olimpico nel 2008 alle Olimpiadi di Pechino.

La polizia ha concluso che si è trattato di un omicidio, affermando che l'atleta è caduto dal balcone prima di essere colpito alla testa con un “oggetto appuntito”.

L'Atletica Kenya è stata rattristata nell'ottobre 2021 dall'omicidio della promettente atletica di lunga distanza Agnes Tirop, che è stata trovata accoltellata all'età di 25 anni nella sua casa a Iten, vicino a Eldoret. Suo marito è sotto processo per omicidio.

READ  In Union, Smulders è venuto e ha interpretato Nielsen