Febbraio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il debutto del razzo Vulcan nello spazio sarà fondamentale per Boeing-Lockheed con l'avvicinarsi delle trattative di vendita – 6 gennaio 2024 alle 21:25 ET.

Il debutto del razzo Vulcan nello spazio sarà fondamentale per Boeing-Lockheed con l'avvicinarsi delle trattative di vendita – 6 gennaio 2024 alle 21:25 ET.

Il primo lancio del nuovo razzo Vulcan da parte della United Launch Alliance, una joint venture tra Boeing e Lockheed Martin, sarà fondamentale.

Un lancio di successo da Cape Canaveral la prossima settimana consentirà a ULA di colmare un ampio arretrato di ordini di missioni del valore di centinaia di milioni di dollari e di creare una migliore posizione competitiva con SpaceX di Elon Musk.

Ciò potrebbe essere vitale per i piani delle due compagnie aeree statunitensi di vendere la loro joint venture.

“È un momento molto nervoso per loro”, ha detto George Sawyers, ex direttore scientifico dell'ULA che ha avuto un ruolo chiave nella creazione di Vulcano. “Si tratta davvero del futuro della loro attività.

La prima missione è un passo molto atteso dopo mesi di vari ritardi nella fase principale dello sviluppo di Volken e dopo un incidente avvenuto l'anno scorso durante un test con il booster dello stadio superiore di Volken. Vulcan ha ottenuto buoni risultati nei recenti test a terra, ha affermato Torey Bruno, CEO dell'ULA.

“È una macchina incredibilmente complessa e potente. Tutto deve funzionare”, ha detto Bruno sabato sulla rampa di lancio di Vulcano. “Lanciare un missile è sempre rischioso. Ma quello che sappiamo è come gestire questi rischi.”

La lista di controllo della missione include il trasporto di un lander lunare con l'obiettivo di realizzare il primo atterraggio morbido degli Stati Uniti sulla Luna in mezzo secolo. Il razzo utilizzerà per la prima volta i motori forniti da Blue Origin, la società spaziale di proprietà di Jeff Bezos.

Il lancio di Vulcan avviene anche nel momento in cui Boeing e Lockheed, che hanno creato ULA nel 2006 unendo i loro programmi missilistici, stanno cercando di vendere la joint venture, secondo tre persone che hanno familiarità con le trattative.

READ  Samsung Electronics amplia la gamma TV 2022 con il lancio di Samsung OLED in Australia - Samsung UK Newsroom

Le fonti, che hanno chiesto l'anonimato, hanno affermato che i negoziati sono stati un processo complesso e scrupoloso e che il lancio di Vulcan potrebbe avere implicazioni decisive per loro.

L'ULA ha rifiutato di commentare potenziali negoziati. Bruno in precedenza aveva affermato che la sua azienda potrebbe essere matura per un'acquisizione.

Boeing e Lockheed hanno rifiutato di commentare.

Il lancio inaugurale della navicella spaziale Vulcan, previsto per lunedì alle 2:18 EDT (07:18 GMT), è il culmine di uno sforzo di sviluppo durato anni, in gran parte derivante dalla necessità dell'ULA di sostituire il suo razzo Atlas 5. Critiche della Russia. Dai legislatori. I motori di questo missile importati dalla Russia hanno suscitato critiche da parte dei legislatori, portando al suo ritiro programmato.

Il ritiro di Atlas – così come dell’altro razzo di Vulcan, Delta – lascerà il Vulcan, lungo 60 metri, a compiere dozzine di missioni redditizie e a fungere da unico concorrente del razzo riutilizzabile Falcon 9 di SpaceX.

La prima missione di Vulcan sarà quella di inviare sulla Luna uno speciale lander della società di robotica spaziale Astrobotic. Ma il lancio stesso segnerà anche il primo dei due voli certificati richiesti dalla US Space Force prima che Vulcan possa lanciare i satelliti del Pentagono.

La Space Force è un cliente importante per Vulcan: nel 2020, il ramo militare ha scelto Vulcan dell'ULA e un Atlas V in pensione per lanciare il 60% delle missioni del Pentagono fino al 2027 circa.

Con un prezzo di circa 110 milioni di dollari per lancio in meno rispetto ai suoi predecessori, Vulcan cercherà di prendere quote di mercato dal Falcon 9, che ha un prezzo di circa 62 milioni di dollari per lancio. I voli economici di SpaceX hanno eroso il dominio di ULA nei lanci di satelliti governativi negli ultimi dieci anni.

READ  Origine della vita sulla Terra: il campione di asteroide potrebbe contenere la risposta

Vulcan competerà anche con il prossimo razzo New Glenn di Blue Origin, che utilizza gli stessi motori Vulcan.

Trattative di acquisizione

Le trattative per acquisire ULA sono in corso da più di un anno, con decine di aziende, tra cui Blue Origin, che hanno espresso interesse, hanno detto le fonti.

Blue Origin non ha risposto a una richiesta di commento.

Le ragioni e i tempi della vendita di ULA da parte di Boeing e Lockheed non sono chiari. Ma l’industria spaziale americana ha subito grandi cambiamenti da quando è stata fondata ULA nel 2006, con l’obiettivo di controllare i lanci governativi e catturare parte della domanda commerciale dall’allora nascente mercato satellitare.

La crescita del mercato commerciale è stata più lenta del previsto, ha affermato Richard McKinney, consulente aeronautico ed ex direttore dell'Unità di acquisizione spaziale dell'Air Force fino al 2007. Ma sembra che ci stiamo avvicinando al raggiungimento di questo obiettivo.

Si prevede che il progetto Kuiper Network di Amazon fornirà a ULA entrate di lancio significative. Ciò ha dato a Vulcan un arretrato multimiliardario di circa 70 missioni, divise più o meno equamente tra clienti governativi e commerciali, ha detto Bruno.

Lo sviluppo di Vulcan e l'abbandono da parte dell'ULA dei suoi razzi Atlas e Delta hanno reso difficile stimare il valore dell'azienda, ma gli analisti stimano che potrebbe essere compreso tra 2 e 3 miliardi di dollari.

Sia Boeing che Lockheed hanno moduli spaziali concorrenti. Lockheed, tra le altre società, è passata alla costruzione di veicoli lunari e ha fatto investimenti strategici in ABL Space, una piccola società di lancio che prevede di costruire in futuro razzi più grandi.

READ  Qualcomm ha lanciato lo Snapdragon Satellite per Android, che è una copia carbone delle chiamate di emergenza di Apple

Il programma spaziale di Boeing ha dovuto affrontare difficoltà, in particolare con la tanto attesa capsula per astronauti Starliner, che compete con la più consolidata capsula Crew Dragon di SpaceX. I problemi di sviluppo dello Starliner sono costati alla Boeing circa 1,5 miliardi di dollari dal 2014.

Il signor Sawyers, ex direttore scientifico dell'ULA, ha affermato che la nuova proprietà potrebbe consentire all'ULA di innovare oltre l'attività di lancio, qualcosa che i genitori non avevano voluto fare.

“Lo statuto aziendale era molto rigido e restrittivo”, ha affermato. “Sono sempre in competizione e non riescono a mettersi d'accordo su nulla. Non ci è stato permesso di innovare. (Segnalazione di Joy Rowlett; Montaggio di Ben Klayman, Rosalba O'Brien e Leslie Adler)”