Agosto 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I superprofitti delle compagnie energetiche sollevano interrogativi

Le aziende del settore energetico registrano un significativo surplus di profitti.

In tal modo, TotalEnergies, con un risultato netto di 5,7 miliardi di dollari nel secondo trimestre, ha raddoppiato i suoi guadagni. Shell sta facendo cinque volte meglio rispetto allo stesso periodo del 2021: $ 18 miliardi! Ancora meglio: il gruppo italiano ENI ha visto raddoppiare gli utili di… 15 !

più vicino a casa, Engy Ha più che raddoppiato il suo utile netto, che ha raggiunto i 5 miliardi di euro nella prima metà del 2022, rispetto ai 2,3 miliardi dell’anno precedente.

calcolo del prezzo

Naturalmente, la guerra in Ucraina e le restrizioni russe, solo quando la domanda era in forte aumento sulla scia della ripresa economica post-Covid, hanno fatto salire i prezzi.

Ma il prezzo di un kilowattora di elettricità conta notevolmente sul costo dell’elettrone più costoso prodotto per garantire l’approvvigionamento. L’esplosione del prezzo del gas che alimenta gli impianti sta comportando attualmente un aumento del prezzo dell’energia elettrica, compresa quella fornita dalle centrali nucleari, mentre il costo di produzione è rimasto pressoché invariato.

A proposito di Samuel Forvary ( Insegnante Nella geopolitica dell’energia ULB), L’industria dei metalli, che si tratti di petrolio o rame, è un’industria ciclica e ci sono alti e bassi, e devi guardare a questo per diversi decenni. Per anni, rischiano di perdere molti soldi e poi di guadagnarli. E per ricordarlo Quelli che fanno molti soldi sono paesi come l’Arabia Saudita, la Russia, la Nigeria… I grandi produttori di petrolio sono quelli che fanno i soldi, perché le riserve di petrolio appartengono ai paesi. Senza contare, i commercianti che comprano e rivendono il petrolio, sono quelli che guadagnano di più.

Tassare o no?

L’Italia ha già deciso lo scorso marzo di introdurre una tassa del 10%. sugli utili aggiuntivi realizzati. La stessa OCSE ha raccomandato a vari governi di prendere seriamente in considerazione queste tasse aggiuntive Versare Mitigare l’impatto degli aumenti di prezzo sui consumatori.

A casa, lo scorso febbraio, anche prima dell’invasione dell’Ucraina, lo era CREG, Il regolatore dei mercati dell’elettricità e del gas ha stimato che un contributo aggiuntivo eccezionale da parte di alcune centrali nucleari potrebbe essere deciso dal governo. Il Banca nazionale È anche favorevole.

READ  Volerai la prossima settimana? Ecco le date da ricordare

Ministro federale dell’energia, Tinne Van der Straeten ha presentato un progetto al governo: Una maggiorazione del 25% sugli utili in eccesso per le aziende del settore energetico tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2022.

Questa tassa del 25% sarà riscossa se l’aumento trimestrale del margine lordo è maggiore del 10% rispetto all’anno precedente. Verrà inoltre applicata una soglia di 100.000 euro.

La questione divide la maggioranza federale. I liberali menzionano l’obbligo di non aumentare nuove tasse. irraggiungibileLo ha già annunciato il ministro delle Finanze, Vincent van Peteghem (CD&V).

Questo problema sposterà sicuramente il ritorno politico.