Agosto 12, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gaëtan Vigneron dopo l’incidente di Guanyu Zhou: “Ci siamo subito resi conto che era molto pericoloso”

Ecco la foto che ha suscitato molto scalpore al Gran Premio di Gran Bretagna: L’uscita dalla strada assolutamente sbalorditiva e potenzialmente drammatica Guanyu Zhou, dal primo ettometro di viaggio. Fortunatamente, e quasi miracolosamente, i cinesi ne sono usciti incolumi e così la corsa ha potuto continuare. ai commenti del Gran Premio e quindi necessariamente in prima linea nell’incidente, Gaitan Vigneron È tornato a queste immagini scioccanti in un microfono Charlie Wassig.

“Abbiamo subito capito che era molto pericoloso perché c’era una bandiera rossa direttaIl nostro commentatore ha iniziato.Ciò significa che la direzione di gara si è resa conto molto rapidamente che c’era stato un grosso incidente. Ci sono stati due piloti presi di mira, Alex Albon e altri Guanyu Zhou. Non ci sono state foto, è una nuova politica di F1 dalla morte di Ayrton Senna. Ricordiamo che lo abbiamo visto sdraiato in pista, fatto un massaggio cardiaco e c’erano tracce di sangue. È finita, da quel giorno mostriamo le foto solo quando siamo sicuri al 100% delle condizioni dei piloti coinvolti.

Vedere la cassaforte cinese è un miracolo? “Sì e no. Sì, nel senso che sarebbe potuta finire molto peggio, bisogna tenere a mente che il motorsport è – e continuerà ad essere – uno sport pericoloso e che un giorno l’equilibrio si sposterà nella direzione sbagliata. Ma il progresso è enorme ed è materia viva che non si ferma mai. La FIA è già impegnata ad approfondire ogni dettaglio dell’incidente per cercare di migliorare le cose”.