Aprile 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

François, fisioterapista di 28 anni, vuole uno stipendio migliore nel suo lavoro: “Dovremmo ottenere un totale di 40 euro a seduta”.

François, fisioterapista di 28 anni, vuole uno stipendio migliore nel suo lavoro: “Dovremmo ottenere un totale di 40 euro a seduta”.

François, fisioterapista a Bruxelles, vuole una paga migliore. Il nuovo accordo imposto dall'Enami, che fissa prezzo e risarcimento per il paziente, non lo soddisfa. Con questo accordo, secondo lui, la sua professione non viene sufficientemente riconosciuta. I fisioterapisti sceglieranno di deregolamentare e fissare le proprie tariffe? L'Associazione professionale di difesa dei fisioterapisti (AXON) sta valutando la situazione.

François lavora da due anni come fisioterapista nella regione di Bruxelles. Per le sue sedute necessita del prezzo praticato dall'ENAMI e di un'assicurazione sanitaria e di indennità.

“Sono fisioterapista, dal 1° febbraio il costo di una seduta è di 30 euro. Dà al paziente 5 euro Il resto lo copre di tasca propria la mutua assicurazione. Specifica.

Secondo il fisioterapista le sedute dovrebbero costare 40 euro ogni mezz'ora. “Al momento, il totale è di 30 euro. Gli ultimi studi del sindacato belga di fisioterapia Axxon mostrano che dobbiamo guadagnare un totale di 40 euro a seduta per poter coprire i costi di affitto, onorari, attrezzature o formazione durante tutta la durata della seduta. l'anno.Conferma.

Per il fisioterapista il nuovo accordo non può competere con il costo della vita. “Per un giovane che inizia la carriera diventa difficile dal punto di vista economico, perché gli onorari non tengono il passo con l'inflazione e con gli aumenti che ottengono gli altri professionisti della salute. I logopedisti, ad esempio, guadagnano 36 euro per 30 minuti. Noi guadagniamo 30 euro.” Gratis, perché prima ancora di poter lavorare, devi pagare i contributi trimestrali e l'affitto. Questo diventa frustrante per alcuni fisioterapisti”.

> Scopri di più sul nuovo accordo

READ  Specialista risponde alla domanda che tutti si pongono!

Per guadagnarsi una vita migliore, François può prendere in considerazione l'idea di infrangere le regole e farsi pagare quello che vuole. Il problema per lui è che i suoi pazienti riceveranno meno risarcimenti. “La sospensione del servizio è la soluzione di cui parlano di più i fisioterapisti in Belgio, cioè trovare un modo per fare pressione su Enami e rivalutare adeguatamente gli onorari. Il problema è che se lo facciamo, si abbasserà il tasso di rimborso per i nostri pazienti: potremmo metterli in una situazione precaria oppure “riduciamo il loro accesso alle cure”.

Secondo lui è chiaro che la sua professione soffre del mancato riconoscimento da parte delle autorità.

“È difficile mantenere il morale. Ciò che spesso ci fa andare avanti è riconoscere i pazienti, essere in grado di curarli e vedere che stanno meglio. Ma è molto difficile rimanere motivati ​​e fornire cure di alta qualità, quando abbiamo grandi giorni.” Siamo costretti a lavorare in gran numero per cercare di guadagnarci da vivere. Alcuni dei miei colleghi, miei fratelli e sorelle, sono completamente frustrati. Restiamo uniti perché siamo flessibili e amiamo il nostro lavoro. Ma non “non siamo stati abbastanza riconosciuti e già cominciamo a soffrirne”.

alla fine: “Temo che le forze politiche e l'Enami abbandoneranno la professione perché non sarà rivalutata come meriterebbe. E che dovremo farlo, per poter fare pressione sull'Enami, e ottenere la retribuzione migliore, così che tutti possono rilassarsi e che i nostri pazienti vengono ricompensati di meno. Il riconoscimento è negli onorari, è lo stipendio”.

Attualmente, circa 27.000 fisioterapisti in Belgio sono approvati dall'Inami (durante l'ultimo accordo, il 33% dei fisioterapisti era esentato dall'accordo).

READ  IKEA pagherà 110 milioni di euro di bonus Covid ai suoi dipendenti

Fabienne Van Doren, direttrice generale di Axon, l'unica associazione rappresentativa dei fisioterapisti in Belgio, conferma che la professione di fisioterapista non è riconosciuta “nel suo vero valore”.

“Non sempre sappiamo cosa fa un fisioterapista. A livello finanziario i nostri onorari sono in ritardo, anche se con il recente accordo concluso alla fine dello scorso anno otteniamo altri 40 milioni. È un passo verso la rivalutazione. Questo ci permette di proporre la maggior parte dei nostri servizi a 30€ (rispetto ai 25€ di prima). È un passo avanti, ma per rivalutare i nostri compensi in linea con lo studio che abbiamo condotto l'anno scorso, un compenso giusto è di 40€ “Euro a servizio. Questa differenza di 10 euro è enorme. “Continuiamo a negoziare.”Sottolinea.

Fabienne Van Doren ritiene tuttavia che il percorso verso una rivalutazione della professione sia iniziato.

“Credo che si vada verso una rivalutazione graduale. Quello che vorremmo è che ci fossero almeno 40 milioni ogni anno per rivalutare il nostro settore al suo giusto valore. Per i giovani che iniziano la situazione non è sempre chiara. Ma penso che a volte dobbiamo mettere le cose in un contesto ragionevole. Posso capire che alcuni colleghi scelgano di diventare non convenzionali. Penso che la nostra professione non sia riconosciuta per il suo vero valore e non sia conosciuta dalle autorità. Penso che Le cose si sono sviluppate bene, abbiamo contatti positivi con le autorità e dobbiamo lavorare duro per ottenere la confessione. Non abbiamo ancora niente. Le trattative sono aperte, diciamo francamente quello che vogliamo. “Un movimento di massa (verso l'annullamento dell'accordo) metterebbe a repentaglio le opportunità acquisite.”

Con questo nuovo accordo ci saranno più fisioterapisti non tradizionali?

READ  È ufficiale: l'IA di Elon Musk ha una funzionalità che ChatGPT non avrà mai e che tutti aspettavano

“Questa è la paura del governo. Questo problema di non tradizionalismo è un problema personale. Ogni fisioterapista deve considerare in base alla sua situazione personale, alla sua situazione finanziaria e ai suoi pazienti. Ci sono fisioterapisti che lavorano in aree finanziariamente svantaggiate. Queste persone non possono arrendersi, perché i loro pazienti verranno risarciti del 25% in meno. Rabel Fabian Van Doren.

L'ufficio del ministro della Sanità Frank Vandenbroucke (Vorwit) dal canto suo ritiene che siano stati appena compiuti “sforzi di bilancio significativi” (con questo nuovo accordo) per ripristinare il valore della professione.

“Un'assistenza sanitaria conveniente e accessibile è una priorità assoluta. Dobbiamo proteggere i pazienti e garantire che le loro cure non vengano rinviate per motivi finanziari. I fisioterapisti certificati contribuiscono a questa accessibilità, perché seguono tariffe concordate in precedenza.”indica l'ufficio del ministro. “Durante questa legislatura, sono stati compiuti notevoli sforzi di bilancio per sostenere i fisioterapisti e aumentare il valore dei loro servizi, senza modificare l'importo pagato dal paziente. Il budget per i compensi dei fisioterapisti è diminuito da 847 milioni di dollari nel 2019 a 1,26 miliardi di dollari nel 2024. Questo rappresenta un aumento di 411,1 milioni di euro, ovvero +49% (incluso l’indice), in un unico organo legislativo”.