Dicembre 4, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Formula 1 | La FIA spazza via l’Aston Martin per la Formula 1, ma la Red Bull ha prove false

Pertanto, la FIA ha autorizzato l’Aston Martin dopo aver condotto un’indagine sulle somiglianze tra la Formula 1 aggiornata e la Red Bull in vista del Gran Premio di Spagna.

Ma nonostante le somiglianze, i tecnici della FIA hanno concluso che la versione AMR22 B è stata costruita correttamente anche se hanno notato che era “È diventato chiaro che un certo numero di caratteristiche dell’Aston Martin sono simili a quelle di un altro concorrente”..

Ciò ha comportato la verifica della conformità del veicolo all’articolo 17.3 del Regolamento Tecnico, relativo al reverse engineering e all’eventuale trasferimento illecito di proprietà intellettuale.

“L’indagine, che ha incluso le verifiche del disegno digitale (CAD) e un’analisi dettagliata del processo di sviluppo adottato dall’Aston Martin, ha confermato che non era stato commesso alcun illecito, e pertanto la FIA ritiene coerenti i miglioramenti aerodinamici dell’Aston Martin, “ Lo dice il comunicato FIA.

La sezione 17.3 definisce e vieta specificamente il reverse engineering, ovvero il processo digitale di conversione di immagini (o altri dati) in modelli CAD, e vieta il trasferimento di proprietà intellettuale tra i team, ma anche questo articolo consente ai progetti dei veicoli di essere influenzati da quelli di concorrenti, come è sempre stato in Formula 1″.

“Nella nostra analisi, abbiamo confermato che i processi utilizzati da Aston Martin erano conformi ai requisiti di questo articolo.

Ma questa conclusione non soddisfa affatto la Red Bull Racing, che ha appena risposto in un comunicato stampa. Questo arriva sulla scia dei commenti di Christian Horner, che descrive il nuovo design dell’Aston Martin come “Un clone molto vicino alla nostra macchina”.

“Oracle Red Bull Racing ha preso atto con interesse della dichiarazione della FIA. Reverse engineering. Tuttavia, se la proprietà intellettuale dovesse essere trasferita, ciò costituirebbe ovviamente una violazione delle normative e sarebbe motivo di grave preoccupazione”.

READ  Cristiano Ronaldo più isolato che mai al Manchester United? I suoi compagni di squadra vogliono che lasci il club, mangi da solo in mensa!

Dovrebbe essere previsto un reclamo? Questo è del tutto possibile secondo Helmut Marko.

“Ora dobbiamo spiegare come è nata questa fantastica versione!”

”Secondo le regole stabilite, la copia non è vietata, ma bisogna anche tener conto che sette dei nostri uomini sono stati reclutati da loro. Stiamo ancora verificando una serie di fatti, ma esamineremo ogni dettaglio”.

Quando gli è stato chiesto se Marco fosse particolarmente preoccupato per Dan Fallows, ha risposto così “Non è solo Dan Fallows, ci sono anche prove che i dati sono stati scaricati. La copia non è vietata, ma è possibile che possiamo copiare l’auto con questi dettagli senza ottenere dati dalla nostra parte?”

Sulla base di questi dati caricati dai precedenti ingegneri, Red Bull lo ha fatto Argomenti molto chiari. Per difendersi secondo Marco. Tali casi sono stati in passato severamente condannati (McLaren 2007) con esclusioni dal campionato e pesanti multe.