Agosto 13, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Formula 1 | Il padiglione dell’Aston Martin F1 ottiene l’approvazione della FIA

L’Aston Martin F1 ha minimizzato l’impatto del suo nuovo alettone posteriore introdotto ieri in Ungheria, dicendo che non c’è “niente di speciale”.

Il team di Silverstone ha svelato un nuovo design dello spoiler posteriore, che ha attirato l’attenzione di molti a causa delle punte curve aggiunte ai bordi delle alette (nella foto sotto), che consente di aggirare le regole e un design abbastanza simile alle pinne di tutti i sedili singoli sulla griglia.

Si teme che il concetto possa andare contro ciò che la FIA aveva cercato di ottenere introducendo le vetture di F1 del 2022, che consentono alle auto di correre più ravvicinate su un circuito.

Questa mattina, Mike Krake, Team Principal dell’Aston Martin Formula 1, è stato interrogato sul design e ha confermato che la FIA ne era a conoscenza.

“Quando sviluppi una suite o sviluppi un’idea, di solito non aspetti l’ultimo minuto prima di mostrarla alla FIA. Siamo stati in contatto con la FIA durante le fasi di sviluppo, le fasi, per capire se qualcosa sarebbe stato accettato”.

“Finalmente è stato un bene per noi e quello è stato il momento in cui abbiamo detto ‘Ok, ci stiamo impegnando’. Penso che non sia niente di speciale, è un’interpretazione delle regole. Abbiamo sviluppato l’ala basandoci su questo insieme a la FIA”.

Quel flipper è una cosa legale. Ma se va contro lo spirito delle regole, la stragrande maggioranza può ancora vietarlo per il 2023.

“Questa non è una preoccupazione al momento”, Crack conferma.

Può già contare sul boss della Red Bull Christian Horner, che ha lasciato intendere che la sua squadra è contenta del concetto se la FIA decide che il design è legale.

READ  Dusan Vlahovic (Fiorentina), macchina da gol, attrazione per la finestra di trasferimento

“Penso che se si allinea con i regolamenti, questa è la cosa principale. Si apre un’altra strada molto interessante. Forse per una volta copieremo qualcosa dall’Aston Martin invece del contrario!” Horner ha scherzato.

Lo ha aggiunto il direttore della McLaren F1 Andreas Seidl “La prossima settimana probabilmente esamineremo quel progetto e poi decideremo se è un percorso che vogliamo percorrere anche noi”..