Arte Campania EVIDENZA Sediamoci-Parliamone

Fondazione De Chiara De Maio: l’arte al centro

L’arte al centro dello sviluppo sociale e culturale delle nostre comunità. A raccontarlo il presidente della Fondazione De Chiara De Maio, Diodato De Maio

Giuseppina e Michele. Due genitori, due professionisti e il desiderio di continuare a portare avanti il loro esempio quotidiano di impegno per il territorio e la comunità.

Con questo obiettivo nasce la Fondazione De Chiara De Maio. A presentarla il presidente Diodato De Maio. Classe 1972, papà di 4 ragazzi, imprenditore conciario e consigliere nazionale UNIC.

Presidente perché aprire una fondazione?
Voglio portare avanti la memoria dei miei genitori sempre impegnati, in maniera discreta, ad aiutare gli altri. Entrambi erano appassionati dell’arte e del bello, passione che mi hanno trasmesso; non a caso la Fondazione ha una collezione di dipinti del seicento e del settecento, spesso in esposizione in Italia e all’Estero.

Qual è l’obiettivo della Fondazione?
La nostra Fondazione è una goccia nel mare. Il nostro obiettivo è farci conoscere e far conoscere il nostro territorio e le nostre eccellenze. La nostra realtà ha tanto da dare e i nostri giovani non devono pensare soltanto ad emigrare, ma anche a restare qui, investendo nel proprio futuro.

E come pensate di farlo?
Mettendo l’arte al centro delle nostre attività. Come fondazione ci ispiriamo all’articolo 27 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani:

“Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico ed ai suoi benefici.”

Prossime attività?
L’emergenza covid-19 ha rallentato alcune delle nostre attività. Speriamo per marzo di inaugurare la mostra “Monne e Madonne” nella città di Napoli, presso la Cappella Pontano, nei pressi della Basilica di S. Maria Maggiore in Pietrasanta. L’esposizione, dedicata al corpo e alle virtù femminili, avrà una durata di 100 giorni ed è previsto un catalogo di 112 pagine. La mostra è a cura di Vincenzo De Luca, docente e storico d’arte.
A breve dovremo presentare un mediometraggio incentrato su un quadro “Martirio di S. Orsola” di Filippo Vitale, di proprietà della nostra fondazione. Il film è girato nella chiesa del Pio Monte della Misericordia, sempre a Napoli.

Dove ha sede la fondazione?
La nostra fondazione avrà sede operativa a Solofra; ma a causa del covid ancora non siamo riusciti ad inaugurare, speriamo per fine primavera. Solofra ha tanto da raccontare non solo in termini produttivi come le tele del Guarini, le 33 chiese sparse sul territorio e tanto altro. Il nostro impegno è portare fuori questa realtà, farla conoscere.

E il territorio invece?
Stiamo collaborando con tante realtà associative del territorio. Vogliamo fare rete con i comuni limitrofi di Montoro e Serino e con l’Ufficio scolastico provinciale. Da poco abbiamo stipulato una collaborazione con il Conservatorio di musica “Cimarosa”di Avellino, insieme alla neo-direttrice Gabriella Della Sala stiamo progettando diverse attività a carattere culturale.

E per il settore della pelle invece?
Il primo passo lo abbiamo fatto insieme all’Unic a Linea Pelle 2020 lo scorso febbraio. Abbiamo messo in esposizione la riproduzione della divisa in pelle del “Ritratto di comandante con baffi e moschetta” di autore ignoto.

La pelle è un pezzo della cultura italiana che va promossa.

Il covid ha rallentato le vostre attività.
Sì, ma proprio su questa emergenza sanitaria abbiamo sostenuto il progetto “Ansia da covid”. Un lavoro multidisciplinare con Università di Salerno e gli istituti scolastici di ogni ordine e grado del territorio, per comprendere come bambini e ragazzi hanno vissuto questo periodo di emergenza. Sono state coinvolte tutte le scuole, dall’infanzia alle superiori. Speriamo per fine maggio di poterlo presentare.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi