Aprile 17, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Farmaci miracolosi contro l'obesità… soprattutto per i laboratori farmaceutici

Farmaci miracolosi contro l'obesità… soprattutto per i laboratori farmaceutici

Un miliardo di donne e uomini soffrono di obesità in tutto il mondo. Il 42% degli americani è obeso, a causa di un’alimentazione non sana che è diventata strutturale. L’epidemia è globale e mortale perché il grasso in eccesso porta ad altre gravi malattie: complicazioni cardiache, diabete, ipertensione e alcuni tipi di cancro.

Possiamo facilmente immaginare l'enorme successo ottenuto da Ozempic. Prescritto originariamente nel 2017 contro il diabete di tipo 2, il farmaco ha un effetto collaterale sorprendente sul peso: laddove una “semplice” dieta ipocalorica porta a una perdita del 5% di massa grassa, l’iniezione Ozempic consente una perdita dal 10 al 20% . ! Viene rapidamente prescritto da medici specializzati nel trattamento del sovrappeso e dell’obesità in tutto il mondo e riceve elogi sui social media. Seguirà nel 2021 Wegovy, dello stesso laboratorio, che utilizzerà lo stesso principio attivo: semaglutide. Questo ormone sintetico imita l'azione dell'importante ormone gastrointestinale (GLP-1) che regola l'appetito, aumentandone di dieci volte l'effetto di soppressione dell'appetito.

Divieto di Ozempic: la Diabetes Association vuole un'eccezione per una categoria di non diabetici

La ricerca farmaceutica ha portato alla nascita di altre molecole che funzionano secondo lo stesso principio: stimolano la secrezione di insulina e forniscono un forte senso di sazietà. In particolare il tirzapetide di Mounjaro (autorizzato negli Usa nel 2022) e lo Zepbound apparso a fine 2023 dal laboratorio Eli Lilly. Questi trattamenti iniettivi settimanali hanno dimostrato una perdita di peso fino al 15-20%, combinati con l'esercizio fisico e una dieta ipocalorica. Un altro ormone sintetico, la liraglutide, viene utilizzato da Saxenda.

Questi nuovi farmaci, chiamati “analoghi del GLP-1”, rappresentano un mercato del valore di 140 miliardi di dollari entro il 2032, secondo le analisi di JPMorgan. In questa corsa al dimagrimento “miracoloso”, Novo Nordisk è in testa con un nuovo trattamento che sta per essere commercializzato (USA). L'amicretina è disponibile sotto forma di compresse e mostra risultati “molto impressionanti”, secondo l'azionista dell'azienda Markus Mann: i partecipanti hanno perso il 13,1% del loro peso dopo 12 settimane di trattamento.

READ  Rame, il nuovo “sistema” per gli investitori

L’ipoosmia continuerà almeno fino a giugno

Tuttavia… Tutti questi trattamenti hanno effetti collaterali a breve e medio termine: aumentano il rischio di problemi gastrointestinali e l'interruzione del trattamento porta ad un significativo recupero di peso.

Il che non rallenta i pazienti obesi come quelli in sovrappeso o anche le persone che hanno il giusto indice di massa corporea ma sono ossessionate dal proprio peso, disposte a iniettarsi o ingoiare questi ormoni sintetici per tutta la vita… Anche il colosso WeightWatchers, nel mezzo a quanto pare… La crisi è diretta più a sostenere i pazienti che assumono farmaci dimagranti di nuova generazione. Tutto questo senza conoscerne gli effetti collaterali a lungo termine.