Ambiente Campania Salerno

Emergenza cinghiali, istituito il tavolo permanente in Prefettura

Tra le tematiche affrontate i danni all’agricoltura, alla tenuta dell’assetto idrogeologico del territorio nonché alla sicurezza della circolazione stradale

Salerno: i Presidenti del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni e del Parco Regionale dei Monti Picentini, i rappresentanti della Regione Campania, degli Ambiti Territoriali di Caccia (ATC) di Salerno hanno fatto un punto di situazione sull’eccessiva presenza di cinghiali nel territorio salernitano nel corso di un incontro organizzato dal Prefetto, alla presenza dei vertici delle Forze dell’Ordine, e richiesto dalla Regione Campania e dalle associazioni di categoria.

Nel corso dell’incontro è emerso che le criticità connesse alla presenza dei cinghiali in alcune aree del territorio sono molteplici e creano situazioni di squilibrio ambientale, con compromissione dell’habitat e conseguente pericolo per l’ambiente, l’agricoltura, la pubblica e privata incolumità.

Infatti, il mancato controllo degli ungulati determina danni all’agricoltura, alla tenuta dell’assetto idrogeologico del territorio nonché alla sicurezza della circolazione stradale ed a quella alimentare in quanto può essere causa per il consumatore di patologie trasmesse dal consumo delle carni stesse.

Altro aspetto evidenziato nel corso della riunione è l’incidenza economica che hanno gli indennizzi dei danni provocati dai cinghiali sugli enti preposti ai risarcimenti.

Dal tavolo sono emerse diverse proposte.

Innanzitutto si è parlato di interventi coordinati tra gli enti competenti nelle aree parco e quelli competenti nelle aree contigue, atteso che il controllo della specie nel Parco Nazionale del Cilento avviene tutto l’anno con positivi risultati, mentre nelle aree contigue, avviene solo nei tre mesi consentiti dal calendario delle attività venatorie.

Tutti gli intervenuti hanno concordato che saranno poste in essere tutte le azioni utili per la nascita di strutture che consentiranno la corretta gestione degli animali prelevati a garanzia della salute pubblica per implementare i controlli delle carni che sono destinate al consumo.

Il Prefetto ha istituito il tavolo permanente

In considerazione delle problematiche emerse, il Prefetto ha istituito un tavolo permanente con la presenza delle Istituzioni competenti sul tema legato all’emergenza cinghiali nella provincia di Salerno, facendo presente che, per quanto concerne la sicurezza pubblica, chiederà agli enti proprietari delle strade, nelle aree più a rischio, l’implementazione della segnaletica per avvertire del pericolo gli utenti della strada.

La proposta di estendere alle regioni confinanti analoghi interventi

Infine, atteso che il problema del controllo di tale specie non riguarda il territorio della sola provincia di Salerno, ma ovviamente investe i territori di altre province contigue e delle regioni confinanti, è stato chiesto dai presenti un coordinamento tra tali enti affinché il problema venga affrontato in modo radicale e le soluzioni adottate nella nostra provincia non vengano vanificate nel tempo, proponendo di estendere alle regioni confinanti analoghi interventi.

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

laRed TV





Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi