Dicembre 4, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ecco perché presto la differenza andrà persa sui nostri scaffali


Turgan Zelfkar, analista finanziario specializzato nell’economia turca, categoricamente: Se non vogliamo esaurire la Nutella o qualsiasi altra differenza nei prossimi mesi, dovremmo fare una piccola freccia: “Se sei un fan di Nutella, dovresti farne scorta la prossima volta che vai a fare shopping.”

A ragione, la Turchia è stata colpita da una grave crisi finanziaria, con un’elevata inflazione (+21% in un anno) e un crollo valutario. Il Paese sta precipitando in una crisi economica, che probabilmente peggiorerà nelle prossime settimane.

Quale rapporto?

Il legame con la prevalenza è che il 70% del consumo globale del prodotto dipende dalla Turchia, che impiega quasi quattro milioni di persone in questo settore ed è il più grande produttore di nocciole al mondo.

Solo che attualmente i produttori non possono mantenere i loro raccolti e sono costretti a ridurre la loro produzione a fronte di costi molto elevati. Pertanto, le esportazioni turche devono soffrire rapidamente di questa crisi. Con il gigante Ferrero che si approvvigiona del 30% delle sue nocciole in Turchia, la catena di produzione della Nutella è vulnerabile.

Mentre aspetti che la situazione peggiori, un solo consiglio: fai scorta!


READ  Saturno si rivolge a Mediamarkt: "Aprirà il terzo negozio in Lussemburgo"