Gennaio 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Philip Lom: “Per il suo futuro ha scelto LN24 IPM”

L’acquisizione da parte dell’editore La Libre del canale di notizie in corso si è conclusa mercoledì. Il suo presidente e presidente di Deficom fornisce i dettagli dell’accordo. E la sua franca analisi della scena audiovisiva belga francofona.


Questo articolo è riservato agli abbonati

Capo del dipartimento multimediale

Tempo di lettura: 5 minuti

ilInstallato il 2 settembre 2019, LN24 passerà nelle mani del Gruppo IPM (La Libre, DH, L’Avenir), con cui il canale di notizie in corso ha avviato trattative in esclusiva. Le chiavi sono state inviate mercoledì al nuovo azionista di riferimento, nel corso di un’assemblea generale straordinaria, che ha segnato anche le dimissioni di Philipp Lomme, presidente, e Joan Condigt, amministratore delegato e co-fondatore (con Martin Buxan) della catena. Si volta pagina, a volte con una punta di amarezza. Ma anche tante speranze. Philipp Lohm, ex fondatore di Canal + Belgio e presidente di Deficom (Batibouw, Imagix, Crazy Horse…), discute i dettagli dell’accordo. E dai un’occhiata più da vicino alla scena audiovisiva belga.

Qual è il problema con l’IPM?


Questo articolo è solo per gli abbonati

Scopri di più, 1 euro per 1 mese
(senza obbligo)

io beneficio

READ  Hacker russi dietro un massiccio attacco al computer