Novembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘È successo tutto in un lampo’: un cobra in India lo ha aggredito, un bambino di 8 anni l’ha morsa per difendersi… e l’ha uccisa.

Deepak, un bambino di 8 anni, stava giocando nel suo giardino a Bandarbad, nel distretto centrale di Chhattisgarh in India, quando è stato attaccato da un cobra adulto, secondo quanto riferito. mail giornaliera. Il serpente si avvolse attorno al suo braccio e conficcò le sue zanne nella carne di Deepak. Il bambino ha subito cercato di scuotere il braccio per sbarazzarsi del serpente, ma non è riuscito a liberarsi dall’animale. “Il serpente mi ha avvolto la mano e mi ha morso. Stavo soffrendo così tanto”ha detto Deepak al New Indian Express.

Quindi Deepak decise di morderlo a sua volta e riuscì ad ucciderlo. “Dato che il rettile non si muoveva quando ho provato a scuoterlo, l’ho morso forte due volte. È successo tutto in un batter d’occhio. “Ha aggiunto: “Fortunatamente, il serpente non ha iniettato il suo veleno nel suo braccio e il bambino che troviamo è vivo.

I morsi di serpente sono comuni in India. Secondo un nuovo studio pubblicato di recente, oltre l’85% dei decessi avvenuti nel 2019 sono stati il ​​risultato di morsi di serpente.

“morso secco”

Dopo un morso di serpente, i genitori di Deepak lo portarono in un centro medico vicino alla loro casa. Il bambino è stato posto sotto osservazione per assicurarsi che si riprendesse bene. Dopo aver esaminato la sua ferita, i medici hanno scoperto che aveva “morso secco”, il che significa che il cobra non ha rilasciato veleno. Quindi Deepak non ha avuto sintomi e si è ripreso rapidamente.

I morsi secchi sono spesso dati da serpenti adulti che hanno il controllo completo sulla diffusione del veleno dalle loro ghiandole. Lo fanno per avvertire o spaventare gli animali senza ucciderli. I serpenti di solito usano il veleno per uccidere le loro prede o quando combattono pericolosi predatori.

READ  après avoir cru à une «remontada», l'équipe de Mélenchon, 3e derrière Le Pen, reconnaît que l'écart sera trop important