Ottobre 3, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dopo West Ham – Manchester City (0-2) / Fiducia, Kevin De Bruyne e il recupero: spettacolo di Erling Haaland, conta!

È rimasto in una condizione molto pericolosa che è stata ampiamente commentata la scorsa settimana contro il Liverpool. Erling Haaland era già atteso nella sua prima partita di Premier League contro il West Ham. L’attaccante norvegese, arrivato dal Borussia Dortmund per 60 milioni di euro per diventare l’astro nascente del Manchester City, ha risposto perfettamente. La doppietta ha permesso al fuoriclasse inglese di iniziare la sua stagione con una vittoria (2-0). I tifosi manconiani hanno un motivo per sognare la prestazione del loro nuovo attaccante.

Haaland sa di avere grandi responsabilità con il Manchester City. Ovviamente, non lo spaventano. Il norvegese non è uno da dubitare, e questo si è presto dimostrato vero. Non ha esitato un secondo a colpire il calcio di rigore che aveva appena fatto aprire le marcature a metà del primo tempo. Josep Guardiola non era insensibile. “Lo amavo davvero (Il modo in cui Haaland ha preso la palla per il calcio di rigore, ndr), ha ammesso l’allenatore Manconian. In quel momento, ho sentito che stava per segnare un gol. Le sanzioni mostrano coinvolgimento e fiducia”.

Trasferimenti

I 13 marchi che ti sei perso domenica

Ieri alle 18:18

Già complice di De Bruyne

Il norvegese ha eseguito perfettamente la sentenza. Questa punizione era andata a prendersi con un bellissimo invito perfettamente letto da Ilkay Gundogan per permettere al suo attaccante di presentarsi contro Alphonse Areola. Segno che l’ex giocatore del Borussia Dortmund sta già sviluppando un ottimo rapporto con i suoi nuovi compagni di squadra. Ciò è stato confermato nel secondo tempo, quando l’attaccante 22enne si è ritrovato alla fine a ricevere un passaggio superbo da Kevin De Bruyne per ingannare Areola e dare tregua ai campioni in carica.

Haaland uccide la suspense in Inghilterra? “Può spezzare il duopolio tra City e Liverpool”

Haaland de Bruyne. Ci sono ancora altri contrabbandieri non belgi che offrono caviale al norvegese a Manchester City. Ma questo duo ha già fatto esplodere lo schermo davanti agli Hammers e ha mostrato un’integrazione molto promettente per il futuro. Non c’era dubbio che la prima partita del belga corrispondeva perfettamente alla qualità delle mosse norvegesi. Sembra che il rapporto tra i due uomini sia già a posto, dopo alcune settimane di convivenza era molto meno chiaro.

Guardiola chiede tempo

Esattamente. Guardiola era logicamente desideroso di sedare l’euforia che lo circondava dopo il debutto da sogno di Haaland. “Certo che ha talento, ma la scorsa settimana (v. Liverpool, ndr), Ha perso un’opportunità e la gente ha detto che è stato un fallimento e che non si adatterà alla Premier Leaguericorda il boss mancuniano. E ora diventerà Thierry Henry o il prossimo Cristiano Ronaldo? Devi prenderti il ​​tuo tempo. Questa è stata la sua prima partita in Premier League, con una lunga carriera davanti a lui. Quando si ritirerà e speriamo che rimanga qui per molti anni, analizzeremo cosa gli è successo”.

Haaland sa già quale esempio seguire per diventare una star del sindacato. Questo è il simbolo del capocannoniere Sergio Aguero nella storia del Manchester City con 260 gol in 390 partite in tutte le competizioni. Il norvegese, che è il primo rookie manconiano a firmare una doppietta nella sua prima presenza in Premier League dopo l’argentino nel 2011, ha firmato l’inizio perfetto per seguire le orme di Kohn. C’è ancora molta strada da fare, ma Haaland è già sulla strada giusta.

Presentazione fino al colloquio

Nel frattempo, non ha esitato a godersi per la prima volta i suoi sogni davanti agli occhi del padre, Alf Inge, ex giocatore del Manchester City e presente sugli spalti per i primi passi del figlio in Premier League. “È un momento di orgoglio per me e la mia famigliaHaaland ha detto alla BBC. Era il mio sogno provare queste cose ogni settimana. I gol arriveranno, avrei potuto segnare di più ma è un buon inizio”.

Poi c’è stato quel piccolo meraviglioso momento, quando Haaland ha spiegato perché non ha segnato più gol. “sulla palla di Gundogan (Seconda metà, ndr) Avrei dovuto essere lì per segnare, quindi è stato un po’… ma è così‘ disse prima di cercare goffamente di riprendersi.Mi dispiace. Questa non è la lingua appropriata da usare in questo paese.Forse l’unico piccolo norvegese ha fallito, di nuovo. È una piccola parte di uno spettacolo che potrebbe non aver finito di spostare il regno.

premier League

Il terrore di Haaland è già iniziato, la città inizia perfettamente

Ieri alle 17:26

premier League

Haaland, ma non solo: c’è qualcosa di nuovo in città

06/08/2022 alle 18:10

READ  Pierre Locht si è confermato amministratore delegato di Standard