Luglio 6, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Formula 1 | Mercedes F1: Wolff si congratula con i suoi piloti ma pensa allo sviluppo

Con il terzo posto per Lewis Hamilton e il quarto per George Russell, il Gran Premio del Canada avrà finalmente sorriso sulla Mercedes F1, limitando ancora una volta i danni sfruttando il minimo problema che interessa sia la Red Bull che la Ferrari.

Ma non è abbastanza per saltare sul tetto per Toto Wolff. Il leader austriaco si congratula con i suoi piloti per l’ottimo risultato, ma mostra misurata soddisfazione.

“Louis e George erano molto bravi,” ha detto il lupo. “Abbiamo mostrato velocità oggi. Abbiamo utilizzato diversi livelli di resistenza. In termini di velocità di gara, siamo stati veloci”.

“Stavano usando una configurazione diversa e una configurazione diversa per l’ala posteriore. Lewis ha sempre avuto una mentalità positiva all’interno della squadra. Il modo in cui lavorano insieme è fantastico. Ai briefing si fanno sempre domande a vicenda. È fantastico vedere come molto sono migliorati entrambi e siamo contenti”. Quello che abbiamo provato.

“Prima che arrivasse finalmente la safety car, eravamo più veloci di Carlos Sainz. Se guardi certi momenti della gara, puoi dire ‘Siamo tornati’, ma non credo ancora. È così. Abbiamo andare avanti.”

“Per il passaggio successivo, dobbiamo sviluppare la macchina in una finestra diversa da quella che avevamo. Eravamo molto vicini al suolo e ovviamente non funzionava”.

“Penso che abbiamo una direzione per lo sviluppo. Abbiamo sbagliato in molte aree, ma abbiamo il problema sotto controllo e dobbiamo liberarcene”.

La Mercedes F1 ha davvero fatto progressi nella W14 che gareggerà nella stagione 2023?

“Penso che non puoi guardare W14 se non capisci cosa deve cambiare in W13.”

READ  La Néo-Zélandaise Meikayla Moore realizza una "tripletta" face aux USA ... contre son camp (VIDEO)

“La macchina non è eccezionale, dir poco. Penso che dovremo affrontare le restanti gare una per una, sessione per sessione, test per test. Purtroppo non abbiamo abbastanza tempo per sistemare tutto”.

“Ci manca la velocità, indipendentemente dal fatto che la macchina rimbalzi o meno. Ed è realistico dire che non vinceremo il campionato con un lungo margine. Quindi consolidare il nostro terzo posto è ciò che dobbiamo fare a questo punto e continuare ad imparare. “