Dicembre 7, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dimitri Payet è stato colpito da una granata che ha interrotto definitivamente l’incontro dopo una lunga pausa (video)

Una nuova notte nera per la Ligue 1 domenica sera: lo shock tra Lione e Marsiglia è stato interrotto una volta per tutte dopo che il Marsiglia Dimitri Payet è stato colpito in faccia da una bottiglia lanciata da un tifoso della Ligue 1, durante innumerevoli incidenti negli stadi della Ligue 1 da l’inizio del torneo. l’aula.

E un portavoce dello stadio Groupama di Lione ha annunciato dopo due ore di pausa, contrariamente a quanto annunciato, l’arbitro ha deciso di non riprendere la partita, considerando che l’incolumità dei giocatori non è garantita.

“La lunghezza della decisione è incomprensibile”, ha apprezzato il presidente di OL Jean-Michel Aulas al microfono di Amazon dopo la fine della riunione.

La confusione ha regnato a lungo a Lione da quando la decisione di riprendere la partita è stata presa e annunciata intorno all’1:30 dopo l’incidente che ha causato la sospensione della partita, provocando una forte reazione da parte della Lega Calcio Professionistico.

“La Lega si rammarica in queste circostanze della decisione di riprendere l’incontro Olympique Lyonnais-Olympique de Marseille da parte del governatore regionale, come già avvenuto con l’FC Saint-Etienne-Angers SCO”, ha annunciato l’autorità in un comunicato stampa. La partita è stata annunciata.

Unità di crisi

L’incontro è stato interrotto al quarto minuto: mentre Dimitri Payet stava per prendere un calcio d’angolo, ha ricevuto una bottiglia d’acqua piena sul lato sinistro della faccia, sparata dalla curva nord del Parc OL di Lione.

L’arbitro Rudy Bouquet ha interrotto la partita ed entrambe le squadre sono tornate negli spogliatoi, mentre Payet ha ricevuto cure in campo.

Il capitano olimpico è rimasto a terra per lunghi minuti, circondato da giocatori di entrambe le squadre e da membri dello staff medico del Marsiglia. Poi è tornato negli spogliatoi, gli ha messo una borsa del ghiaccio sulla tempia e un’altra sul collo.

Ben presto fu istituita un’unità di crisi per determinare se la riunione dovesse riprendere. Possibilità che il signor Bouquet abbia contestato per primo, prima di annunciare il ricorso in tribunale.

“Contrariamente a quanto suggeriscono alcune voci, la decisione di riprendere la partita non spetta all’arbitro”, “appartiene all’arbitro unico”, una reazione da parte sua alla provincia di Auvergne-Rhône-Alpes e alla regione del Rodano prima che fino alla decisione di riprendere la partita non è stata informata.

I giocatori del Lione sono poi tornati in campo per riscaldarsi nel caso in cui la partita fosse ripresa, quando i tifosi dell’OL ancora sugli spalti hanno cantato “Ma dov’è il Marsiglia” prima che il Marsiglia cantasse?

Allo stesso tempo, una persona è stata identificata dalle telecamere a circuito chiuso e arrestata in relazione a questi incidenti, e poi presa in custodia, ha appreso l’AFP dalla polizia.

Già prima del fischio d’inizio, Payet è stato accolto da acclamazioni di insulti durante il riscaldamento, provenienti dai due turni dei tifosi dell’OL.

Il centrocampista della Reunion era già stato colpito da una bottiglia durante una partita a Nizza all’inizio della stagione, ad agosto.

Dopo Nizza, Lione

Poi la partita è stata interrotta un quarto d’ora dopo la fine, prima di essere ripetuta a porte chiuse e in campo neutro, a Troia il 27 ottobre (1-1). Il Riviera Club è stato punito con due punti sottratti alla classifica, di cui uno sospeso.

L’OGC Nice ha poi dovuto giocare diverse partite davanti alla telecamera, prima di adottare ulteriori misure di sicurezza all’Allianz Riviera.

In risposta a questi disordini, il presidente dell’Olympique Lyonnais Jean-Michel Aulas ha annunciato il suo sostegno alla punizione ritirando punti per i club i cui tifosi hanno causato incidenti negli stadi.

“Sono una di quelle persone che pensano che l’unico rigore possibile per arginare questa situazione, che sia a livello di giocatori, dirigenti o tifosi, sia il punto di rigore. È l’unico che fa davvero paura”, ha sottolineato il capitano del Gones. .

La stagione della Ligue 1 2021/2022 è scandita da tanti eventi sugli spalti. I proiettili hanno notevolmente macchiato la partita tra Marsiglia e Paris Saint-Germain il 24 ottobre allo Stade Velodrome.

Un portavoce dello stadio Groupama di Lione ha annunciato che la partita Lione-Marsiglia, valida per la 14a giornata del campionato francese, è stata interrotta definitivamente domenica sera, circa due ore dopo che il Marsiglia Dimitri Payet è stato ferito da una bottiglia d’acqua lanciata da tifoso del Lione. .

E l’annunciatore ha annunciato: “Contrariamente a quanto annunciato, l’arbitro ha deciso di non riprendere la partita, considerando che l’incolumità dei giocatori non è garantita”. Al quinto minuto della partita, quando era sull’orlo di un calcio d’angolo, Payet è stato colpito alla parte sinistra della faccia con una bottiglia piena.

READ  Perde i Red Devils