Aprile 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dimezzato numero di clienti e fatture: Mark è preoccupato per il futuro della sua professione, minacciata dall'intelligenza artificiale

Dimezzato numero di clienti e fatture: Mark è preoccupato per il futuro della sua professione, minacciata dall'intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale sta iniziando a integrare sempre più servizi nella nostra vita quotidiana. Anche nella vita professionale emergono nuovi strumenti che costringono il mondo del lavoro ad adattarsi. Alcune professioni risentono maggiormente dell’arrivo di queste nuove tecnologie e quella del traduttore sembra essere in prima linea.

Mark è un traduttore freelance da 30 anni. Dice di essere appassionato della sua attività.Per diversi mesi ha assistito al declino della sua carrieraPer denunciare questa situazione contattateci tramite il pulsante arancione Avvisaci.

Per questo padre la traduzione è più di una semplice professione, è un'arte.Consiste nel trovare la giusta alchimia tra il destinatario, tra il mittente e il destinatario“.”Se dovessi tradurre un opuscolo di vendita di elettrodomestici, oltre al prodotto in questione, dovrei tenere conto anche del pubblico a cui mi rivolgo. Ciò significa che il forno industriale non verrà tradotto esattamente nello stesso modo, e negli stessi termini, del forno rivolto ai signori tutti. Quindi ci sarà anche un linguaggio specifico per quel tipo di pubblico target“.

Oppure, ad esempio, se mi chiedessero di tradurre un post di Instagram, forse dovrei mettere in risalto il linguaggio “giovanile”, che alla mia età avevo un po’ dimenticato”. Ha scherzato prima di continuare il suo esempio. “Se mi chiedessero di tradurre un decreto, per esempio, dovrei diventare avvocato“.e breve,”Il traduttore è una sorta di camaleonte che deve calarsi nei panni di chi vuole vendere un prodotto o di chi vuole trasmettere un messaggio, ma anche nei panni di chi deve acquistare quel prodotto o ricevere quel messaggio.“.

READ  Amalia dei Paesi Bassi, Elisabetta del Belgio e Ingrid Alexandra della Norvegia in maestà alla cena cristiana danese del 18° compleanno

Niente più sfumature, spazio alle macchine?

Tutte queste sfumature sono quindi a rischio secondo il traduttore 55enne. Lo ha potuto constatare in prima persona: i suoi clienti gli chiedevano sempre più spesso non di tradurre, ma di correggere testi tradotti da sistemi informatici. “I miei clienti non possono farci niente, sono i loro clienti che gli dicono di lavorare in questo modo. La conseguenza di ciò è che questi testi vengono effettivamente tradotti, ma a volte male“.

A volte Mark impiega più tempo a correggere questi testi che se li avesse tradotti da solo, ma questo non è l'unico inconveniente. “Dato che avevo già parzialmente elaborato gli script, mi è stato chiesto di dimezzare i prezzi! Non 15 o 20%, ma 50%. Oltre al calo del numero dei suoi clienti, il residente di Fairton sta assistendo a un calo significativo del suo reddito.

Strumenti davvero ben fatti

Per un utilizzo almeno di base o non avanzato, gli strumenti di traduzione sono “Davvero molto buono“Mark ammette che non vuole esserlo.”ipocrita” Di fronte a questi nuovi concorrenti. Un esempio di un test condotto con lui e il famoso traduttore online Dibble. Ci è stato chiesto di tradurre un testo inviatogli da uno dei suoi clienti.

Il testo in questione riguardava un campo specifico e conteneva abbreviazioni, ma il programma non riusciva a comprendere tutte le sottigliezze e forniva una traduzione errata. ““De vordering van de curators” si traduce come: “Credito delle corporazioni”, ma nel testo non si parla della corporazione che si prende cura dell'edificio, ma degli amministratori fiduciari che si prendono cura di un'azienda. Non significa la stessa cosa e non è nello stesso contesto.

Pensando a come lavorare con l’intelligenza artificiale

READ  Jean-Luc Richmann in lutto annuncia la morte della madre (foto)
-->

Per l’Unione Professionale Traduttori e Interpreti Giurati il ​​mainstreaming dell’IA non significa la morte del settore. “La nostra professione si è confrontata costantemente con i progressi della tecnologia che sono arrivati ​​senza mai sostituirci.“, conferma con sicurezza Amal Boualqa, Presidente di UPTIJ.

Come il nostro testimone, il traduttore ribadisce che “Le lingue non sono scienze esatte. È composto da sfumature e accenti che attualmente solo gli esseri umani possono comprendere.“.”Forse un giorno l’intelligenza artificiale sarà sviluppata al punto da sostituire un certo numero di professioni, ma per il momento non è così“, si arrabbia di nuovo.

“Avremo sempre bisogno di un traduttore”

Ma Amal Boualqa, lungi dal nascondere il volto, è ben consapevole che lo sviluppo dell’intelligenza artificiale avrà un impatto sempre maggiore sulla sua professione. Quindi, invece di respingerlo, il presidente ritiene che si dovrebbe utilizzare l’intelligenza artificiale. “È qualcosa che può aiutarci ad avanzare più velocemente o assisterci, ma non ci sostituisce completamente. Dovremo pensare a come lavorarci, ma penso che avremo sempre bisogno di un traduttore per lavorare con l’intelligenza artificiale“.

Questo punto di vista sull’utilizzo dell’IA anziché sul suo rifiuto è condiviso da Michel Erquette, uno specialista dell’IA. Ma è più duro quando dice:Ci sarà sicuramente un impatto negativo a breve termine sull’economia della professione“.

Non credo che i traduttori scompariranno“E si arrabbia.”Ma credo che la professione si stringerà attorno a due assi: l’asse della qualità e l’asse della fiducia. Questi strumenti automatizzati non sono in grado di comprendere i concetti di contesto, stile e intento dell'autore e credo che per molto tempo un essere umano si fiderà maggiormente di un altro essere umano per convalidare un intervento.“.

READ  Faudel presenta ses scusa per avoir soutenu Nicolas Sarkozy

Per sostenere le sue parole, l'esperto paragona la professione di un fotografo che ha superato tutti gli sviluppi nel corso dei secoli. “Oggi tutti possono scattare una bella foto utilizzando il proprio smartphone, eppure esistono ancora fotografi professionisti.

Il consiglio di Michelle Erquette: “Comprendere la natura di questo strumento (intelligenza artificiale, ndr), i suoi vantaggi e svantaggi e sapere come ottenere valore aggiunto come essere umano“.

Una cosa è certa: la professione del traduttore deve svilupparsi per non scomparire.