Giugno 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Di fronte al potere commerciale della Cina e alla svolta protezionistica dell’Europa

Di fronte al potere commerciale della Cina e alla svolta protezionistica dell’Europa

Decrittazione Per proteggersi dal diluvio delle importazioni cinesi di auto elettriche, Bruxelles si prepara a dazi doganali, ma inferiori al 100% imposti da Washington.

Quando Joe Biden due settimane fa, soprattutto per ragioni elettorali, ha annunciato tariffe del 100% sulle auto elettriche cinesi, molte voci hanno accusato l’Unione Europea di debolezza, per non aver fatto lo stesso. Per Washington, questa azione è stata più facile da intraprendere perché gli Stati Uniti non importano quasi nessun veicolo dalla Cina, mentre i produttori cinesi potrebbero catturare quest’anno un quarto del mercato elettrico europeo. Migliaia di auto appena arrivate si stanno ammucchiando nei porti europei in attesa di essere vendute, con dazi doganali fissati finora al 10%. Pertanto, è facile per l’amministrazione americana incoraggiare l’Europa a imitarlo. Il continente antico è pronto a difendersi o sarà il tacchino nella farsa della globalizzazione?

La Commissione europea si sta preparando a rispondere, secondo i propri ritmi. Mentre l’indagine durata nove mesi sui sussidi governativi cinesi si avvicina alla fine…

Questo articolo è destinato agli abbonati. Ti resta l’85% da scoprire.

Vuoi leggere di più?

Sblocca immediatamente tutti gli oggetti.

Già iscritto? registrazione

READ  Il fallimento di Hamon: il rischio di Sugiba è costato alla Vallonia 91,9 milioni di euro