Maggio 18, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Deep America affascinata dal processo di Deep Heard

Se la causa per diffamazione è stata in parte disprezzata dai media tradizionali americani, e ancora satura del caso Weinstein e delle ricadute del movimento #MeToo, il grande pubblico ha trovato altri modi per seguire gli ovvi e talvolta disgustosi dibattiti su Amber Heard e Johnny Depp.


Questo articolo è riservato agli abbonati

Giornalista negli Stati Uniti

Tempo di lettura: 4 minuti

IlIl tribunale di Fairfax non ha il fascino o la serietà delle sue controparti di Los Angeles o New York, ma i suoi dintorni hanno generato molto clamore mediatico in questi giorni da quando è stato aperto il processo per diffamazione a Johnny Depp contro la sua ex ragazza Amber. Ho sentito l’11 aprile. A circa 30 chilometri a ovest di Washington, DC, centinaia di irriducibili fan di Johnny Depp si riversano dalla mattina alla sera per cercare di tifare per il loro idolo. Siamo negli USA, quindi non ci sono limiti, in termini di fantasia e preferenza. Andrea Diaz appare lì ogni giorno, e lo farà fino al presunto completamento del processo, il 27 maggio. Ad accompagnarla ci sono due simpatici alpaca, acquisiti durante la pandemia per visitare la sua piccola città della Virginia e deliziare i bambini isolati a casa.


Questo articolo è riservato agli abbonati

Con questa offerta, goditi:
  • Accesso illimitato a tutti gli articoli, file e report della redazione
  • Il giornale in versione digitale
  • Comodità di lettura con annunci limitati

READ  "Chiamami maggiore Muriel!": Il ritorno di Thomas Van Hamm, che diventa attore in una serie poliziesca