Aprile 1, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Credito al consumo: i belgi tornano a prendere in prestito, ma per finanziare cosa?

Nel caso di un aumento dei prestiti per finalità energetiche, il numero dei prestiti per l’acquisto di nuove auto è fortemente diminuito (-21,5%) ed è sceso per la prima volta anche sotto la soglia dei 100.000 (96.500). In calo anche i prestiti per auto usate, ma in misura meno accentuata (-3%), nel 2022 sono stati concessi più prestiti per auto usate (109.000) che per nuove (96.500). Secondo l’Unione dei patrioti congolesi, “Questo calo è in parte dovuto alla continua carenza di pezzi di ricambio, all’incertezza sulla transizione alla mobilità elettrica e ai tempi di consegna più lunghi, ma anche alle mutevoli abitudini dei belgi, come l’aumento del telelavoro che rende l’auto meno rilevante.

Se l’auto rimane un motivo importante per le richieste di credito, allora è in calo e questa non è una novità: nel 2018 sono stati concessi 319.000 prestiti auto, auto nuove e usate insieme, ma l’anno successivo, nel 2019, c’erano 307.000 e non eravamo Non si parla ancora di covid. Ecco un aumento in calo con 254 punti nel 2020, 235 nel 2021 e 205.000 nel 2022.

Oltre alla spesa per auto e risparmio energetico, nel 2022 sono stati assegnati 161.000 crediti per altri acquisti, come elettrodomestici, elettronica e mobili. Un dato che mostra un leggero calo di circa il 4%.

Esiste ancora una categoria più ambigua di altre mete, dal viaggio all’acquisto di opere d’arte passando per operazioni estetiche, ma anche questo può rivelare difficoltà nel soddisfare i propri bisogni. 192.500 di questi vari crediti sono stati concessi nel 2022, si tratta di un netto aumento rispetto ai 165.000 crediti del 2021 e ai 146.000 del 2020, ma questo aumento è senza dubbio un segnale di una ripresa dell’appetito dei consumatori dopo gli anni del Covid dal 2019, prima della crisi, la cifra era di 205.000 prestiti.

READ  La straordinaria scoperta di questo osservatorio che potrebbe cambiare le tue abitudini!

Una tendenza che si riscontra nel totale dei prestiti concessi negli ultimi anni: 674.000 prestiti nel 2022 rappresentano un aumento rispetto al 2021 (637.000) e al 2020 (672.000) ma ancora lontani dagli 802.500 del 2019 e dagli 811.000 del 2019. Per il 2023 è difficile Sapere quale sarà la tendenza. Tassi di interesse più elevati possono calmare i mutuatari, ma l’inflazione può incoraggiarli. Una cosa certa è la generale necessità di controllare o ridurre la bolletta energetica, che dovrebbe incoraggiare molte persone a continuare a isolare le proprie case e investire in impianti ad alta efficienza energetica. Quindi dovremmo vedere un altro aumento dei crediti EE, mentre non vi è alcuna indicazione di una ripresa dei crediti auto.