Giugno 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

cosa fa per vivere

cosa fa per vivere

Che si tratti di un evento sociale, di un incontro professionale o semplicemente durante una conversazione con uno sconosciuto, la domanda “Cosa fai per vivere?” Viene spesso chiesto nella nostra società.

Tuttavia, la risposta a questa domanda a volte può essere imbarazzante, persino dolorosa, in quanto sembra ridurre la nostra identità alla nostra professione o, peggio ancora, al nostro status socioeconomico.

Ti invitiamo a esplorare risposte potenti e stimolanti a questa domanda, che ti permetteranno di affermarti e distinguerti mettendo in evidenza le tue passioni e i tuoi risultati personali.

1. Risposta presunta: apprezza il tuo lavoro e le tue capacità

Se sei orgoglioso del tuo lavoro e vuoi parlarne, sentiti libero di sollevarlo quando le persone ti chiedono cosa fai per vivere.

Presenta la tua professione in modo conciso e chiaro e sottolinea le abilità che hai sviluppato attraverso il tuo lavoro. Ad esempio, invece di limitarti a dire “Sono un medico”, specifica la tua specializzazione e menziona le abilità specifiche che hai acquisito, come la capacità di diagnosticare rapidamente patologie o gestire situazioni di emergenza.

Puoi anche evidenziare aspetti del tuo lavoro che ti appassionano, come l’interazione con i pazienti o la ricerca scientifica.

Evidenziando le competenze e le passioni associate alla tua professione, puoi trasformare la risposta generale in una potente dichiarazione della tua competenza e impegno professionale.

2. Risposta creativa: evidenzia le tue passioni e i tuoi progetti personali

Se il tuo lavoro è una piccola parte di ciò che sei o se preferisci non parlarne, puoi scegliere di rispondere alla domanda “Cosa fai per vivere?” Evocando le tue passioni e i tuoi progetti personali.

Ad esempio, se sei appassionato di fotografia, musica o volontariato, presentati come fotografo, musicista o volontario impegnato e spiega perché queste attività sono importanti per te.

READ  "Per evitare di danneggiare la loro salute", usano "smettere di fumare tranquillamente" al lavoro

Mettendo in evidenza le tue passioni e i tuoi progetti personali, dimostri di essere una persona dinamica impegnata in attività che ti interessano.

Questa risposta creativa può anche accendere la curiosità del tuo interlocutore e aprire la porta a scambi e arricchimenti più entusiasmanti.

3. Risposta coinvolta: esprimi i tuoi valori e la tua visione del mondo

Un altro modo per rispondere alla domanda “Qual è il tuo lavoro?” Si tratta di esprimere i tuoi valori e la tua visione del mondo.

Ad esempio, se ti impegni a proteggere l’ambiente, potresti dire che stai lavorando per un mondo più verde e più sostenibile. Se sei un forte sostenitore dell’istruzione e della cultura, puoi dire che promuovi la conoscenza e lo scambio di idee.

Esprimendo i tuoi valori e la tua visione del mondo, stai dimostrando di essere una persona impegnata e di avere una visione chiara di ciò che vuoi contribuire alla società.

Questa risposta impegnata aiuta anche a creare legami con persone che condividono gli stessi valori e obiettivi, creando relazioni vere e oneste.

4. Risposta aperta: un invito alla discussione e allo scambio

Infine, se preferisci evitare di parlare di te o vuoi semplicemente creare un’atmosfera più rilassata e amichevole, puoi scegliere di rispondere alla domanda “Cosa fai per vivere?” Invitando il tuo interlocutore a condividere le proprie esperienze e passioni.

Ad esempio, potresti dire: “Vivo una vita molto varia e mi piace scoprire cose nuove”. E tu, cosa ti emoziona nella vita? “.

Adottando questo approccio aperto, dimostri di essere una persona che ascolta e si interessa agli altri e incoraggi uno scambio più profondo e onesto.

Inoltre, questa risposta crea un clima di fiducia e uguaglianza, in cui ognuno si sente libero di esprimersi e condividere le proprie aspirazioni.

READ  Pensare alla salute collettiva nelle città

Rispondi alla domanda “Qual è il tuo lavoro?” Non dovrebbe essere fonte di ansia o disagio. Al contrario, adottando una risposta potente e stimolante, puoi trasformare questa domanda in una reale opportunità per affermarti, distinguerti e creare connessioni reali e arricchenti con le persone che incontri.

Quindi, la prossima volta che ti viene posta questa domanda, sentiti libero di riprendere in mano la tua risposta e far trasparire la tua personalità, le tue passioni, le tue capacità e i tuoi valori.