Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Chi è Ruja Ignatova, la “Cryptoqueen” che è tra i 10 fuggitivi più ricercati dell’FBI?

Ma nel 2017 Ruja Ignatova è scomparsa. Oggi nessuno sa dove sia, anche se l’FBI sta muovendo cielo e terra per trovarla. In effetti, “cryptocoin”, come amava definirsi Ruja Ignatova, secondo le autorità statunitensi ha defraudato un gran numero di persone per oltre 4 miliardi di dollari. I pubblici ministeri federali hanno definito OneCoin una delle più grandi frodi internazionali mai commesse, secondo la BBC.

Pertanto, Ruja Ignatova si è guadagnata un posto nella lista dei 10 fuggitivi più ricercati dell’FBI, entrando in contatto con assassini e capi di bande. È l’unica donna nella “top ten”.

L’FBI ha richiesto un avviso per Ruja Ignatova datato 30 giugno 2022. © AFP o concessori di licenza

C’è un avvertimento in fondo a un poster ricercato dell’FBI: “Si ritiene che la Ignatova viaggi con guardie armate e/o complici. Ignatova potrebbe aver subito un intervento di chirurgia plastica o alterato il suo aspetto in qualche modo.

Una criptovaluta senza valore

OneCoins non ha valore. Sono stati progettati con uno scopo, convincere la gente comune di tutto il mondo a separarsi dai loro soldi guadagnati duramente.Lo ha annunciato il procuratore generale di New York Damien Williams nel dicembre 2022. Secondo i documenti forniti dal Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti, Ruja Ignatova sapeva benissimo di essere una truffa fin dall’inizio.

La criptovaluta OneCoin è stata creata con l’unico scopo di frodare gli investitoriLo ha detto anche l’agente speciale dell’IRS John Tavor in una dichiarazione.

Nei documenti forniti dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, è stato scoperto che Ruja Ignatova e il co-fondatore di OneCoin Carl Sebastian Greenwood chiamavano la loro criptovaluta “denaro spazzatura” e descrivevano i loro investitori come “idioti” e “pazzi”. BBC.

READ  Après Colruyt et Lidl, Aldi et Carrefour rationnent l'huile et la farine

Potrebbe non essere qualcosa di cui essere orgoglioso (tranne che con te solo quando facciamo soldi)Cryptoqueen ha scritto a Karl Greenwood nel 2014.

I documenti dicevano anche all’FBI che Ruja Ignatova aveva fornito una scappatoia a prova di errore in una e-mail a Carl Greenwood, offrendo di “Prendi i soldi e corri e incolpa qualcun altro per questo“.

Storia della criptovaluta OneCoin

Nel 2014, il duo fondatore di OneCoin ha iniziato a presentare il proprio progetto agli investitori di tutto il mondo. OneCoin è stato introdotto come rete di marketing multilivello le cui opportunità di arricchimento sono arrivate soprattutto dalle commissioni. È stato acquisito da investitori che reclutano con successo altri per acquistare pacchetti di criptovaluta, pacchetti che soddisfano diversi tipi di reddito, dal “principiante” fino al “grande trader”.

Attraverso le loro conferenze online, Ruja Ignatova e un collega hanno incoraggiato gli investitori a depositare denaro su un conto per poter acquistare pacchetti OneCoin, affermano i procuratori federali statunitensi.

Il duo di truffatori garantisce quindi agli acquirenti un ritorno sull’investimento da cinque a dieci volte superiore.

E funziona: tra il 2014 e il 2016, gli investitori di OneCoin hanno donato più di 4 miliardi di dollari. “Ha scelto il momento perfetto per impostare il suo grafico, approfittando della frenetica speculazione nei primi giorni della criptovalutaDamien Williams ha detto.

Solo che il valore di OneCoin non è stato costruito sulla domanda e offerta di mercato, come altre criptovalute, ma è stato semplicemente manipolato privatamente da OneCoin, tramite software: “In realtà non estraiamo, ma trascuriamo le personeRuja Ignatova ha annunciato alla sua collega nel 2014.

READ  Arresti FTX: attenzione ai rischi di fallimenti a cascata

la caduta

Nel 2016, le voci hanno iniziato a circolare mentre gli investitori hanno lottato per rivendere OneCoin per recuperare il loro investimento iniziale, mostrano i documenti del tribunale.

La gente ha iniziato a parlare della truffa e i media se ne sono accorti. È qui che le indagini internazionali e federali degli Stati Uniti hanno iniziato le loro indagini.

La Cryptoqueen, avendo nascosto un microfono nell’appartamento del suo ragazzo americano, si rende presto conto che sta per essere smascherata quando si rende conto che il suo ragazzo ha collaborato con l’FBI in un’indagine federale sulle pratiche di OneCoin.

Nell’ottobre 2017 è ufficiale: Ruja Ignatova è stata incriminata dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti con l’accusa di frode telematica, cospirazione per commettere frode telematica, frode in titoli e cospirazione per commettere riciclaggio di denaro. Cumulativamente, questi sono tutti importanti. Un giudice federale di New York ha successivamente emesso un mandato di arresto contro Cryptoqueen.

Ma, giustizia ancora da venire, Ruja Ignatova è volata ad Atene dalla Bulgaria due settimane dopo e non si è più fatta vedere.

L’FBI ha affermato di ritenere che possa aver viaggiato con un passaporto tedesco da Atene o negli Emirati Arabi Uniti, Germania, Russia, Europa orientale o persino Bulgaria. Offre una ricompensa di $ 100.000 per qualsiasi informazione che porti al suo arresto.

I soldi possono comprare molti amici e immagino che le piacciaIl vicedirettore dell’FBI Michael Driscoll ha detto ai giornalisti, spiegando che era fuggita con una grossa somma di denaro.

Carl Greenwood è stato arrestato nel luglio 2018 in Thailandia, da dove è stato estradato negli Stati Uniti. Si è dichiarato colpevole a dicembre per accuse di frode, cospirazione per commettere frode e cospirazione per riciclare denaro. Sarà condannato ad aprile e dovrà affrontare l’ergastolo, con ogni conteggio che vale 20 anni di carcere.

READ  Lazer, il marchio di caschi da moto più antico del mondo, va in bancarotta: "uno dei pionieri dell'industria belga" che lascia