fbpx
Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica

Cava, bandi e un mutuo per la scuola di Passiano. Senatore: “Puntiamo a riaprire la scuola tra diciotto mesi”

mutuo

Cava de’ Tirreni, bandi e un mutuo per la scuola di Passiano. Senatore: “Nostro obiettivo è riaprire la scuola tra diciotto mesi”

Passi avanti verso la riqualificazione e la successiva riapertura della scuola di Passiano: l’Amministrazione ha provveduto a modificare ed aggiornare il piano triennale delle opere pubbliche 2018-2020 proprio per prevedere l’intervento che sarà realizzato nel corso del prossimo biennio. L’importo calcolato per la messa in sicurezza del plesso si aggira intorno a 1 milione e 400 mila euro. Il punto interrogativo, però, resta la reperibilità della cifra da stanziare. Per accorciare i tempi l’amministrazione ha pensato di accendere un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti e, contestualmente, partecipare a una serie di bandi comunitari e regionali per poter poi estinguere il debito in un secondo momento.
Le possibilità che il progetto venga finanziato a breve, tra l’altro, appaiono abbastanza concrete alla luce del fatto che dalla Regione Campania è arrivata la notizia che il programma di riqualificazione della scuola è stato inserito nella graduatoria presentata al MiSE (il Ministero per lo Sviluppo Economico).
Il piano di lavoro per la verifica sismica e progettazione definitiva ed esecutiva dell’intervento di adeguamento strutturale dell’istituto comprensivo “G.Pisapia” è stato redatto dall’ingegnere Salvatore Apicella ed è stato inoltre candidato al bando per l’erogazione dei fondi del Programma Operativo Nazionale (PON) “Per la Scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento” per il periodo di programmazione 2014-2020, indetto dal Miur.
Ma non sono queste le uniche strade che l’amministrazione sta percorrendo per risolvere uno dei problemi che recentemente hanno focalizzato l’attenzione sulla frazione di Passiano dopo che, a gennaio scorso, era emerso che il plesso scolastico era in gravi condizioni in materia di antisismicità e doveva necessariamente essere chiuso, insieme all’ufficio postale annesso e al centro anziani.
«Siamo fiduciosi – ha spiegato l’assessore alle opere pubbliche Nunzio Senatore – non solo di riuscire a reperire i fondi necessari per effettuare l’intervento, ma anche di riuscire ad intervenire da qui al prossimo anno in modo da poter riaprire la scuola tra diciotto mesi, come ci eravamo ripromessi. Inoltre, oltre alla scuola di Passiano stiamo lavorando per cercare le risorse necessarie per intervenire anche su altri plessi. Dopo Passiano le priorità restano i plessi di San Martino, Annunziata, San Cesareo e Sant’Anna».

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi