Novembre 27, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bernie. Un giovane italiano condividerà dieci mesi di vita familiare

Ricardo (a sinistra 2) era circondato da Loïc Laforse e dai suoi tre figli a Bernay. (© Eveil Normand / AB)

«Bernie, rue de la Concord. Questa è stata la prima cosa che ha fatto Ricardo quando ha scoperto dove Google avrebbe messo le sue borse nei prossimi dieci mesi. Il 17enne italiano se n’è andato Roma Sabato 4 settembre, nell’ambito di uno scambio internazionale organizzato da Associazione AFS che vive senza frontiere, Che mira a unire le culture.

“Scegli Ricardo, non l’Italia”

Dalle sponde del Tevere alle sponde di Charenton, il paese di Ricardo cambia non solo cultura ma anche famiglia. Partendo con il cuore pesante, l’uomo che aveva lasciato per la prima volta i genitori e la sorella lo accolse a braccia aperte nella sua nuova casa. Bernie. “Semplicemente ci è venuto in mente allora Loc Laforse, Circondato dai suoi tre figli Hugo, Leah e Jules. In Francia non abbiamo questa abitudine. Pensavo fosse impossibile, e poi mi sono detto: “Dobbiamo farlo”. E un amico mi ha convinto a tornare in AFS. “

Il capo della sezione locale è venuto a incontrare la famiglia di Bernayan per discutere e determinare il profilo del giovane che meglio soddisfa le sue aspettative. “Volevo che condividessimo un’esperienza culinaria, e il gioco è importante per i miei figli”, afferma Loïc Laforse, che ha analizzato i file forniti dopo aver osservato quanto emerso dalle foto e dalle lettere. “La scelta è Ricardo, non l’Italia”, dice.

Lo studente del Liceo Trascendentale, dal canto suo, ha voluto cimentarsi nell’avventura all’estero come dieci suoi amici. Non sapendo quale sarebbe stato il suo nuovo portale di casa all’inizio.

“Molte persone lo fanno in Italia, soprattutto negli Stati Uniti, in Canada o in Australia. I miei genitori mi hanno incoraggiato e, anche se è difficile stare lontano da loro, pensano che sia una buona decisione.

Ricardo

Secondo lui, fu il primo a scoprire la Francia, ma conosceva già bene la lingua. Descritto come uno studente eccezionale, ama particolarmente la storia, le scienze e la matematica. Va bene: Loïc Laforse insegna matematica Sant’Anselmo, Ricardo frequenta la scuola quest’anno. “L’accoglienza dei suoi compagni è stata molto buona e sarà un’esperienza anche per loro”, immagina il padre di famiglia.

READ  Biden afferma che "dobbiamo ancora fare di più" per raggiungere 66 milioni di persone non vaccinate negli Stati Uniti - Live | Notizie americane

Ricardo non vedrà i suoi genitori fino al 4 luglio 2022. Natale, Il1C’è Alla vigilia di Capodanno e al suo compleanno, è Laforses che vuole che vivano. “Attrarremo i turisti nella nostra regione”, ha detto, compilando un elenco di visite programmate con i suoi figli e Ricardo: Rouen, Guernsey, Etrad, Parigi, Normandy Beach, spiagge dello sbarco in Normandia, Bretagna ாலும் Anche se non è un shock culturale, L’obiettivo “, ha ricordato Bernanet.

Per ora, Ricardo ha apprezzato la cucina francese, ma a un certo punto dovrebbe prendere i fornelli. Inoltre, guardando il menu del ristorante locale, è rimasto così sorpreso che “il pollo può essere messo nelle pizze”, ride.

“Aperti agli altri e aperti al mondo”

Come Ricardo, 250 giovani da tutto il mondo sono arrivati ​​a Parigi venerdì 3 settembre e sono rimasti con AFS Vivre sans frontières in Francia per 3, 6 o 10 mesi, facendo una campagna per l’armonizzazione di più di 70 culture fornendo programmi educativi per giovani dai 14 ai 18 anni. “Aprirsi agli altri e aprirsi al mondo: queste esperienze sono un modo per valorizzare i valori di pace, tolleranza e dialogo all’interno delle culture che conserviamo ogni giorno”, spiega Sarah Leladier, presidente dell’Associazione locale di AFS Normandy. I loop di Sean. Vendiamo un soggiorno di immersione culturale. I giovani non hanno lezioni di francese, imparano la nostra lingua in famiglia e al liceo. “
Oltre ad approfondire le competenze linguistiche, Sarah Leladier osserva che questi giovani “si conoscono meglio, alcuni escono di casa per la prima volta”. Cresceranno da questa esperienza e acquisiranno maggiore autonomia, che promuove la coesione sociale e lo sviluppo della fiducia in se stessi. “
Pratiche vantaggiose anche per le famiglie ospitanti. Sarah Leladier può confermarlo personalmente, quest’anno sta lanciando la sua terza esperienza. “È molto gratificante accompagnarli in questo percorso e vederli progredire nella lingua francese. È interessante condividere la tua cultura francese e normanna, ma anche condividere la loro cultura. Dimostriamo ai nostri figli che il mondo è più grande”.
Se va bene, la madre della famiglia sorride: “Questo è un fratello o una sorella per tutti gli esseri viventi alla fine del mondo”.

READ  Il Museo degli Stati Uniti restituisce alla Cecoslovacchia lo scudo italiano del XVI secolo saccheggiato dai nazisti

“Vuole trovare tutto”

Con un sorriso, il giovane è già rilassato nella sua nuova vita francese.

“È molto schietto e si avvicina alle persone. Si adatta bene, risponde e prende l’iniziativa. Non ha paura di nulla. Vuole scoprire tutto, godersi tutto”.

Loc Laforse

Il padre si aspetta di condividere con lui “l’incredibile esperienza” quando lo chiama affettuosamente “il miglior bambino”. Quali altre voglie di cibo per i suoi figli? Il figlio maggiore sta preparando una pratica per iscriversi a un liceo di lingua inglese in India.

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire L’Éveil Normand nello spazio Le mie notizie . Con un click, dopo esserti registrato, puoi vedere tutte le novità delle tue città e dei tuoi brand preferiti.