Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Benoît Poelvoorde graffia Dardenne: “Li chiamiamo i fratelli Gambon”

Le interviste con Benoît Poelvoorde sono diventate rare. Ma meritano ancora il loro peso nelle risate. che è stato assegnato a figaro Come parte della versione colori del fuoco (nelle sale da mercoledì) non fa eccezione alla regola.

Con lui il linguaggio del legno non è mai appropriato. Anche quando si tratta di spiegare il comportamento poco brillante del suo personaggio: “L’antipatia può portare a fare cose terribili. Non so se l’ho fatto consapevolmente. Dopo di che, è vero che amo i mascalzoni. Tutto sommato, inclusi nella categoria di Bernard Blair e Louis de Funes. Debolezze umane, Vanità , codardia, le cose leggermente brutte che contano per me.”

Nascere al cinema è un’assassina donna

Quello che abbiamo potuto notare già dai suoi esordi, in Questo è successo vicino a te. Nascere al cinema è un’assassina donnaspiega sempre a Figaro. Se vengo cancellato, posso dire che non è per mancanza di preavviso. Questo è successo vicino a teL’abbiamo realizzato come biglietto da visita. Fare film in Belgio era una faccenda molto complicata. Eravamo in guerra con il cinema accademico, molto belga-belga. C’erano sciocchezze insondabili, il denaro veniva distribuito sistematicamente sui film pesanti degli autori. Invece di girare dieci cortometraggi nella speranza che tu possa essere conosciuto, ne abbiamo realizzato uno in primo piano.

Questo farà sicuramente oscillare alcuni denti. Proprio come il suo ultimo pensiero, a conclusione dell’intervista: “Noi in Belgio prendiamo sempre in giro Darden perché sono diventati un’istituzione. Non è cattivo. Li chiamiamo fratelli Gambon. Li conosco bene. Quello che sembra sorridente non è divertente, quello con la faccia lo è il più divertente. Non li ispiro, ma i belgi si tengono stretti l’un l’altro”.

READ  Manchester United - Alphonso Davies : "Immagina que tu es Ronaldo et que ton capitaine c'est Maguire..."

Non sono sicuro che sia questo che li farebbe desiderare di assumerlo per il loro prossimo film…