Aprile 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Benito Raman rompe il silenzio sull'Anderlecht: 'A volte accadono cose incredibili' – All Football

Benito Raman rompe il silenzio sull'Anderlecht: 'A volte accadono cose incredibili' – All Football

Per usare un eufemismo, Benito Raman non ha lasciato l'Anderlecht in buoni rapporti. Esiliato in Turchia, racconta la storia dei suoi ultimi mesi.

Non c'è dubbio che Benito Raman avrebbe voluto esprimere tutto ciò che aveva nel cuore da quando è stato indisponibile all'Anderlecht. La sua partenza definitiva per il Samsunspor gli dà l'opportunità di farlo, in un'intervista a La Derniere Heure. Oltre al misterioso ruolo di Moji Bayat quest'inverno, ha anche dettagliato la sua visione per gli ultimi mesi del MOVE.

“In quel momento non mi sentivo bene con me stessa, il che spiega perché mi sono sentita male più volte. La mente pesa sul mio corpo. Mi è stato detto che non dovevo essere negativa considerando quello che avevo guadagnato, ma è stato difficile, ” Ha spiegato: “Vedo che il club era… Fa di tutto per distruggermi. Ho perso la motivazione ma l’ho ritrovata. L'Anderlecht non è riuscito a spezzarmi.”

Prima di proseguire: “C'era il fatto che ero a fine contratto e che guadagnavo tanti soldi. Ma non ero l'unico, tanti giocatori guadagnavano più di me. Dopodiché i giovani hanno dovuto prendere i loro soldi.” “È stata una fortuna. Erano sciocchezze, scuse per non farmi giocare. Due mesi dopo che ero stato mandato via, lo staff mi ha riportato indietro. Ho passato due settimane molto complicate. Non volevo più venire, ma ho lo ha fatto comunque.”

Benito Raman è sollevato dopo aver lasciato l'Anderlecht

Non risparmia Jesper Friedberg: “Gli ho parlato parecchio, ma quando doveva incontrare il mio agente non era nemmeno al club. Insomma, non mi volete più se non per essere presente nel club.” “Un appuntamento è il minimo indispensabile. Parla molto di me e si lascia prendere dalle sue bugie. Non sono un suo fan. Se dice qualcosa, non gli credo.”

READ  DeWast: "Ho colpito le natiche di Morello per dargli fastidio, ha funzionato"

“Mi ha detto che dovevo fare delle concessioni se volevo andare via. Ma non è un mio problema se l'Anderlecht decide di offrirmi questo contratto quando arrivo. Ho deciso di non mollare, di non fare regali. Ha fatto tutto lui”. Per convincermi: “Forse non sei più né in campo né in formazione”. “Gli ho detto che non era un problema e che avrei continuato ad allenarmi. A volte accadono cose incredibili”.