Gennaio 24, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Anderlecht humilie le “Circo Berchot”

Così, lo Sporting Anderlecht chiude l’anno solare con una palla di cannone, mentre al Bierschut siamo più vicini al ridicolo che a una squadra di professionisti.

Come sappiamo, lo Sporting Anderlecht è in pieno svolgimento. Imbattuto dal 7 novembre (e sconfitta ad Anversa), il club di Bruxelles, non volendo rovinare il resto di questo articolo, è stato facilmente costretto al Berchot Park. E all’improvviso sono saliti sul podio, a due punti dal Club Brugge.


Ma torniamo a quell’incontro nel prato di Kiel, finalmente su com’è avere una partita di calcio perché la gente del posto è particolarmente clownesca. Innanzitutto, da un punto di vista matematico, non solo non è affatto pericoloso, ma, inoltre, la difesa è ridicola. Gomez è il miglior giocatore dell’Anderlecht? Rimane solo e ha tutto il tempo per crossare sul primo gol (8′, 0-1).

Imparare la lezione? No, perché anche Gomez si è ritrovato solo a dare palla a Verskhern per il secondo gol (19′, 0-2). E come si suol dire, non c’erano due senza tre… Tocca a Rafaelov essere l’unico a sinistra a crossare Zirkzee (35′, 0-3). Per parlare un’ultima volta di Beerschot (è Walfoot, non Walcirque), lo stesso Holzhauser ha deciso di posizionarsi come difensore centrale… e questo è un enorme successo perché lì ha fatto praticamente qualsiasi cosa. Ed è stato licenziato per l’errore di un altro uomo.

Anderlecht

Al contrario, lo Sporting Anderlecht gioca il proprio gioco in maniera seria. C’è movimento, opportunità e voglia di continuare a fare gol. Inoltre, Refaelov IV si impianta subito dopo il rientro negli spogliatoi (46′, 0-4).

La cosa più complicata per l’Anderlecht adesso è impostare la velocità, per non perdere metà del tempo ad annoiarsi. Kompany lo ha capito perché Raman e Amozu sono andati in partita, mentre Ashimiro e Mikhalichenko erano già arrivati ​​al riposo. In questo processo, Raman viene coltivato a velocità doppia (63′ e 68′, 0-6). Amozu è il settimo capocannoniere, tutto a causa di un enorme errore di Vanamel.

E alla fine l’Anderlecht ha vinto e ha chiuso l’anno 2021 sul podio, 9 punti dall’Al Ittihad e solo due punti dal Club Brugge.

READ  Alexander Plessin ha rifiutato di prendere il posto di Lee allo Standard: "Sono un grande club ma non sono un pompiere"