Marzo 3, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Acquisizione da parte di Intermarché: altri 3 Mestdagh verranno concessi in franchising

Acquisizione da parte di Intermarché: altri 3 Mestdagh verranno concessi in franchising

Mercoledì mattina, durante il comitato aziendale, la direzione del gruppo Mosaddegh ha annunciato una terza fase del processo di concessione dei diritti di franchising sui negozi riuniti del gruppo, acquisiti da Intermarché. Tre nuovi negozi situati a Luttre (Pont-à-Celles), Uccle e Gembloux hanno trovato un acquirente e saranno in franchising nelle prossime settimane, ha confermato il portavoce del gruppo dopo la riunione.

Con la prima e la seconda ondata comprendenti rispettivamente 17 e 5 negozi, 25 punti vendita hanno già trovato acquirenti. “Si tratta di quasi la metà dei 51 negozi con linea completa”, ha affermato Myriam Dilami, presidente di Sitka.

Secondo i sindacati i tre acquirenti non sono anonimi. Possiedono già un altro Intermarche.

La direzione del gruppo deve elaborare un annuncio nelle promozioni di altre riprese, oggetto se ci sono molti rappresentanti per il significato delle vecchie riviste, deve essere inviato entro la fine dell’anno, all’ingresso del gruppo in parole.

Nell’ambito di questa ambizione, i sindacati hanno confermato i loro timori. Dall’introduzione dei primi privilegi all’inizio dello scorso luglio, hanno detto, hanno notato alcune violazioni tra i nuovi membri. Con “una stagione o l’altra di lavoro e la pressione sui dipendenti affinché cambino il loro sistema di lavoro, passando a 6 giorni a settimana invece di 5 o lavorando la domenica”, secondo Myriam Dailami. “Ciò conferma quello che abbiamo detto fin dall’inizio, cioè che il contratto collettivo 32 bis non fornisce una protezione adeguata”, ha detto il presidente di Sitka.

Secondo Evelyn Zappos, i sindacati hanno fornito un elenco di tre negozi in cui sono state osservate violazioni di questo tipo. Il Consiglio nazionale permanente ha minacciato: “Abbiamo chiarito all’amministrazione che, se necessario, risponderemo”.

READ  Il Canada cerca lavoratori belgi: ecco i settori rilevanti e i profili richiesti