Maggio 25, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

A tu per tu Thomas Dermine (PS) – Mathieu Michel (MR) in Jeudi en bonus: politica ambientale, disoccupazione, fisco…

A tu per tu Thomas Dermine (PS) – Mathieu Michel (MR) in Jeudi en bonus: politica ambientale, disoccupazione, fisco…

La discussione non è stata priva di interrogativi sulle dichiarazioni del presidente del Consiglio, che ha avanzato l’idea di fermare le misure ambientali.

Da parte del Partito Socialista, Thomas Dermin ritiene che questa uscita dal Primo Ministro ponga un problema di forma e di sostanza. “Il primo ministro non dovrebbe dirlo. L’attivista liberale può dirlo, ma il primo ministro che deve incarnare una posizione di governo non può dirlo.A “, spiega Thomas Dermin. Nel merito del segretario di Stato del Partito socialista,”La biodiversità non è solo un problema per le api o gli uccelliThomas Deermin sottolinea che in Vallonia sono state trovate tracce di glifosato nell’urina di un bambino su tre e di cadmio,Metallo pericolosoNel 95% dei bambini.Quindi è un problema di salute ed è un problema strettamente correlato al problema del clima“, pensa Thomas Dermin.

Al contrario, dal lato MR, Mathieu Michel ritiene che “Oggi non si tratta di una pausa“. Parlare di.”deplorevole“Dal primo ministro. Per Mathieu Michel, si tratta più dell’idea”Andare il più velocemente possibile pur essendo consapevoli dell’impatto di quell’accelerazione“Sfida climatica”,Punto di svolta, il ruolo che dobbiamo assumere ha impatti significativi sulla nostra attività, sulle nostre industrie, compresi gli agricoltori“, spiega Mathieu Michel che non vuole”Dispositivo rotto“Andare troppo veloce.”Stiamo già andando troppo velociha detto il signor ministro degli Esteri.Se mettiamo il motore in rosso e lo rompiamo, a un certo punto, non sarà possibile lavorare sulla transizione ecologica. Avremo imprese in perdita e inquineranno altroveMatteo Michel sostiene.

READ  Uno sconosciuto invia 1,2 milioni di dollari a Satoshi Nakamoto!

Sul versante PS, Thomas Dermine è di parere opposto. “Non stiamo andando abbastanza velocilui risponde.Tutti gli indicatori in termini di cambiamento climatico, emissioni di anidride carbonica e biodiversità sono in rosso“, spiega Thomas Dermin. Per lui, non c’è motivo di opporsi alle aziende e alle misure a favore del clima e dell’ambiente. Tranne, spiega, “Alcuni dei grandi settori e delle multinazionali dell’industria alimentare e del settore petrolchimico“,”La maggior parte delle PMI, industrie, lavoratori, quello che vogliono è avere un ciclo, avere un governo che fornisca chiarezza e prevedibilità“.”Premendo la pausa si aggiunge sfocatura alla sfocatura e ritarderemo ulteriori investimentiArgomento di Thomas Dearmin.

In MR, Mathieu Michele continua il suo appello ad “andare il più veloce possibile, senza rompere la macchina”. Evoca la situazione degli agricoltori che stanno già affrontando molti standard. “Dire loro che aggiungeremo altri standard complementari significa rischiare che a un certo punto ciò che facciamo bene qui si fermi e importiamo ciò che è fatto male altrove.Mathieu Michel spiega.