Luglio 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

15 persone, tra cui 14 bambini, sono rimaste uccise in una sparatoria in una scuola del Texas: “L’assassino è stato ucciso in modo brutale e assurdo”.

Quindici persone, tra cui 14 bambini, sono state uccise martedì quando un diciottenne ha aperto il fuoco contro una scuola elementare in Texas, una tragedia che ha riportato l’America nell’incubo ricorrente delle sparatorie nelle scuole.

Il governatore repubblicano del Texas Greg Abbott ha dichiarato in una conferenza stampa che il sospetto di 18 anni ha ucciso 14 bambini e un insegnante in “modo doloroso e insensato” nella città di Ovaldi.

Ha aggiunto che anche il presunto tiratore è rimasto ucciso nella tragedia che ha colpito la cittadina, 130 km a ovest di San Antonio.

I motivi di questo attacco, uno dei peggiori in una scuola da anni, sono attualmente sconosciuti.

In precedenza, l’Uvald Memorial Hospital ha dichiarato su Facebook di essersi preso cura di “13 bambini”, aggiungendo che due persone “sono morte” all’arrivo, senza specificare la loro età. La Casa Bianca ha detto che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden parlerà della sparatoria martedì sera. “Il presidente Biden è a conoscenza” dell’omicidio, ha detto la portavoce presidenziale Karen-Jean-Pierre. “Le sue preghiere vanno alle famiglie colpite da questo orribile evento e parlerà stasera al suo ritorno alla Casa Bianca” dopo il suo viaggio in Asia, ha aggiunto.

Donna gravemente ferita

Un altro ospedale, l’University Health di San Antonio, ha dichiarato una donna di 66 anni in condizioni “critiche”, che si dice abbia ricevuto “due pazienti”, un adulto e un bambino.

La sparatoria è avvenuta alla Robb Elementary School, una cittadina tra San Antonio e il confine messicano. Più di 500 bambini hanno frequentato la scuola durante l’anno scolastico 2020-2021, secondo i dati statali.

READ  Uomo bruciato a morte dalla folla inferocita in Nigeria

Ted Cruz, il senatore repubblicano del Texas, ha ringraziato su Twitter “forze di polizia eroiche” e servizi di emergenza per il loro intervento durante la “orribile sparatoria”.

© AP
15 persone, tra cui 14 bambini, sono state uccise in una sparatoria in una scuola del Texas: "L'assassino è stato ucciso in modo brutale e assurdo"
© AP
15 persone, tra cui 14 bambini, sono state uccise in una sparatoria in una scuola del Texas: "L'assassino è stato ucciso in modo brutale e assurdo"
© AP
15 persone, tra cui 14 bambini, sono state uccise in una sparatoria in una scuola del Texas: "L'assassino è stato ucciso in modo brutale e assurdo"
© AP

L’attacco ha riportato il Paese in preda alle sparatorie nelle scuole, spesso ripetute con immagini orribili di studenti traumatizzati costretti a chiudersi nelle loro aule prima di essere evacuati dalle forze dell’ordine, e genitori in preda al panico, disperati nel sentire la notizia dei loro figli.

L’America è stata particolarmente segnata dal dramma del liceo a Parkland, in Florida, che ha ucciso 17 persone, per lo più adolescenti, nel 2018.

Le sparatorie pubbliche sono quasi quotidiane negli Stati Uniti e il crimine armato è in aumento nelle principali città come New York, Chicago, Miami o San Francisco, soprattutto dopo la pandemia del 2020.

A metà maggio, l’America ha pianto per una sparatoria razzista che ha ucciso 10 afroamericani in un supermercato a Buffalo, New York.