Luglio 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Vulcani sottomarini, una minaccia dimenticata nel Mediterraneo

Le eruzioni gassose permanenti del cratere di Panarea provengono direttamente dalla camera magmatica, che il vulcano sommerso condivide con Stromboli. © Alexis Rosenfeld / UNESCO-1 Oceano

Crollo – Un’eruzione di un vulcano sul fondo dell’oceano, a volte molto attivo, può causare uno tsunami devastante.

“È un’atmosfera mozzafiato, uno dei paesaggi più incredibili che abbia mai visto. È come essere alle porte dell’inferno”. Le sensazioni provate da Alexis Rosenfeld durante il suo ultimo viaggio sono ancora chiare. fotografo esploratore, fondatore del Progetto 1 Oceano, ha intrapreso una missione con l’UNESCO all’inizio di giugno al largo delle Isole Eolie, a nord della Sicilia. Ha avuto l’opportunità di immergersi in un’area di attività vulcanica sottomarina molto attiva, dove l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) sta conducendo molte ricerche, soprattutto per comprendere meglio i pericoli di uno tsunami.

Confinante con il Mar Tirreno, Panarea è una delle Isole Eolie più turistiche. Ma è anche la più vicina all’isola di Stromboli, dove lo scorso maggio si è verificata ancora una volta una grande eruzione. Tuttavia, la minaccia per la piccola isola potrebbe essere ancora più ingannevole. Le sue acque ospitano il più grande sistema idrotermale sottomarino…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Hai ancora l’80% da scoprire.

Respingere i limiti della scienza è anche libertà.

Continua a leggere il tuo articolo a € 0,99 per il primo mese

Sei già iscritto?
registrazione

READ  Esercizio: aumenta gli endocannabinoidi e riduce l'infiammazione