Attualità Campania Cronaca

Voucher al posto dei rimborsi: il Codacons sul piede di guerra

voucher al posto dei rimborsi

Voucher al posto dei rimborsi per viaggi, concerti e abbonamenti annullati a causa del Coronavirus. Il Codacons annuncia battaglia legale

Una vera e propria battaglia legale su tutto il territorio nazionale, per bloccare la pratica dei voucher al posto dei rimborsi. Tanti operatori hanno annunciato questo tipo di risarcimento a chi non ha potuto fruire di servizi di vario genere.

Il Coordinamento delle associazioni per i diritti dei consumatori ha avviato un’iniziativa legale a tutela dei cittadini. Un’iniziativa che punta a colpite gli operatori che non rimborsano i consumatori per prestazioni non usufruite a causa dell’emergenza Covid-19.

Sono pervenute oltre 20mila segnalazioni di protesta al Codacons sul tema dei rimborsi. E l’associazione ha presentato un esposto a 104 Procure della Repubblica di tutta Italia. La richiesta è di indagare per una possibile fattispecie di appropriazione indebita.

Il Codacons si era già mosso nelle scorse settimane, inviando esposti all’Antitrust e alla Commissione Europea sullo stesso tema.

Rienzi: «Pieno diritto ai rimborsi. In caso contrario, potrebbero configurarsi ipotesi penalmente rilevanti»

Il presidente Carlo Rienzi ha sottolineato che l’adozione dei voucher come unico strumento di rimborso «lede i diritti dei consumatori. Voli cancellati, palestre chiuse, abbonamenti allo stadio o ai trasporti, biglietti per concerti, spettacoli e mostre, vacanze cancellate. Numerosi servizi acquistati e non fruiti non possono finire per danneggiare i consumatori».

Secondo il Codacons, i consumatori hanno pieno diritto alla restituzione di quanto pagato in anticipo, indipendentemente dalla possibilità di ottenere un voucher. «In caso contrario – ha aggiunto Rienzi – potrebbero configurarsi ipotesi penalmente rilevanti, come quella di appropriazione indebita».

Il Codacons ha deciso inoltre di coinvolgere i Prefetti di tutta Italia, affinché convochino le aziende che si rifiutano di rimborsare i propri clienti. Sul sito dell’associazione sono stati pubblicati tutti i moduli utili a richiedere i rimborsi in denaro nei diversi ambiti.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi