Maggio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un’auto per portare assistenza sanitaria nelle case degli anziani

Un’auto per portare assistenza sanitaria nelle case degli anziani

Mentre i dettagli di questo progetto non sono ancora stati definiti, Hirondelle Varadi-Szabo, responsabile della ricerca e dello sviluppo per l’innovazione sociale presso il Collectif Régional de développement du Bas-Saint-Laurent, spiega che è nato a seguito di una consultazione con Valérie -Anne Gagnon, medico di famiglia e direttrice del Centro Medico Domiciliare Bas-Saint-Laurent Servizi Sanitari e Sociali Integrati (CISSS).

Ricercatori dell’Università del Quebec a Rimouski (UQAR) e parti interessate di CISS Nel campo della geriatria hanno collaborato al progetto anche infermieri e anziani.

L’In-Home Intensive Care Vehicle, o VESTA – dal nome della dea greca del focolare e della casa – dovrebbe consentire di preparare alternative alla degenza ospedaliera per gli anziani.

Si rivolge a persone che li avrebbero aiutati ad andare in ospedale oa lasciare l’ospedaleHirondel Faraday-Szabo spiega.

Il camion può contenere apparecchiature domotiche per installare il monitoraggio remoto a casa dei pazienti. Il laboratorio mobile è previsto per poter eseguire alcune analisi, come i test del sangue o della pressione arteriosa.

Consentirà anche la consegna di farmaci disciolti o pompe. Questo ci consentirà di fornire assistenza in modo efficiente, sicuro e della massima qualità possibile nelle case per anziani.Aggiunge Valerie Ann Gagnon.

Soddisfa i desideri degli anziani

Nel 2022, il 28,4% della popolazione di Bas-Saint-Laurent aveva 65 anni e più secondo l’Institute of Statistics Quebec (ISQ). Secondo le proiezioni dell’organizzazione, questa fascia di età potrebbe rappresentare più di un terzo della popolazione della regione entro il 2041.

L’obiettivo primario è quello di rispettare i desideri degli anziani. Molti vorrebbero restare a casa il più a lungo possibilespiega la signora Gagnon. il contesto rurale di MRC A Rivière-du-Loup è favorevole allo sviluppo di questo tipo di iniziativa secondo il dott. Gagnon.

« L’assistenza domiciliare è il futuro in termini di salute in Quebec. Saranno introdotti, con una demografia che invecchia, per occupare sempre più spazio. »

Citazione da Valérie-Anne Gagnon, medico di famiglia e direttore medico per l’assistenza domiciliare al CISSS du Bas-Saint-Laurent

Altri vantaggi del progetto

Secondo le parti interessate che lavorano al progetto, il veicolo VESTA può aiutare a ridurre i costi ospedalieri e combattere la carenza di manodopera alleviando la congestione negli ospedali.

READ  Il vero peso del Velociraptor è stato svelato: oltre i cliché hollywoodiani

Dovresti anche ridurre Shock ospedaliero Secondo il dottor Gagnon, cioè complicazioni che possono verificarsi in ospedale come cadute e infezioni che potrebbero non essersi verificate se il paziente fosse rimasto a casa.

La pandemia potrebbe aver accelerato il pensiero a questo tipo di progetto. Durante questo periodo, gli operatori sanitari, in particolare gli infermieri CLSC che lavorano molto con i pazienti anziani, hanno lavorato per mantenere gli anziani al sicuro a casa.

Inoltre, questi dipendenti sono già dentro CLSC e fornitori di assistenza domiciliare che guideranno una VESTA.

Il primo passo da seguire

Il progetto è accolto con entusiasmo dalla Coalition for the Dignity of Seniors, che rappresenta sei associazioni di anziani in tutta la contea. L’organizzazione sostiene da molti anni che l’assistenza domiciliare abbia la priorità.

[Pour] Decentralizzare finalmente l’ospedale dalle nostre vite, ha lanciato il portavoce della coalizione Andre Lamontagne. È l’inizio di un’attività e speriamo che questi progetti diventino permanenti.

L’organizzazione ritiene che si debba andare avanti in questa direzione e che questo tipo di progetto pilota debba essere sviluppato in tutta la provincia. La coalizione spera inoltre che questa iniziativa attinga alle risorse comunitarie esistenti nelle zone rurali.

Il progetto VESTA fa parte di un’operazione di ricerca Aging Well at Home che comprende otto progetti a Bas-Saint-Laurent.

Le consultazioni continueranno nei prossimi mesi per migliorare il progetto. VESTA sarà costruito nell’arco di diversi anni e sarà operativo prima della fine della ricerca operativa tra il 2023 e il 2026.