Febbraio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Una grande scoperta in Germania riscrive l’arrivo dell’Homo sapiens in Europa

Una grande scoperta in Germania riscrive l’arrivo dell’Homo sapiens in Europa

La nostra comprensione della storiaUn uomo saggio Ancora pieno di sorprese. Analizzando antichi strumenti di pietra rinvenuti in Germania, un team internazionale di archeologi ha scoperto che gli esseri umani moderni arrivarono effettivamente nell’Europa nordoccidentale più di 45.000 anni fa, o qualche migliaio di anni prima di quanto si pensasse, e molto tempo fa. Neanderthal nella regione. Il loro lavoro fornisce anche una comprensione più accurata dello stile di vita e della dieta di questi primi esseri umani moderni, nonché delle condizioni ambientali che incontrarono.

Questo interesserà anche te

[EN VIDÉO] Intervista 5/5: Dove è arrivato l'Homo sapiens in Europa? Il periodo in cui l’Homo sapiens apparve in Europa è ancora oggi in discussione…

Se è il più vecchio ScaviScavi da una specie di omoomo Risalente a circa 2,8 milioni di anni fa, il primo Un uomo saggio, o esseri umani moderni, potrebbero essere apparsi in Africa circa due o trecentomila anni fa. Discendiamo tutti da questi individui e Un uomo saggioUn uomo saggio Oggi sono gli unici rappresentanti di questa specie omogli altri ClassificareClassificare Essere estinto. IL Un uomo saggio Si distingue particolarmente dalle altre specie del genere omo Con una modalità di movimento esclusivamente bipede, A cervellocervello I peli del corpo sono più spessi e meno evidenti; Se altri tipi diUmaniUmani Sono riusciti a farlo, poiché gli esseri umani moderni si distinguono per le loro enormi capacità cognitive (che consentono, ad esempio, di realizzare strumenti complessi, AddomesticamentoAddomesticamento specie animali e vegetali, l'uso del linguaggio trasmesso attraverso l'apprendimento) e la loro capacità di modificare l'ambiente per sfruttare meglio le proprie risorse.

READ  La quinta ondata di Covid-19: perché è alle stelle in alcune regioni

Abbiamo trovato l’anello mancante dell’umanità? Rivivi la storia ricca di colpi di scena e scoperte che avrebbero potuto riscrivere la nostra storia. ©Futuro

Migrazioni degli esseri umani moderni e loro rapporti con altri esseri umani

Emersione ed espansione Un uomo saggio Nel mondo è stata accompagnata dalla progressiva estinzione di altre specie del genere omo, come i Neanderthal in Europa o i Denisoviani in Asia. Quindi questi fenomeni sembrano essere in gran parte causati da Selezione naturaleSelezione naturaleMolti degli individui attuali hanno somiglianze GeneticaGenetica Con l'uomo NeanderthalNeanderthalattesta la comunicazione eIbridazioneIbridazione Tra gli anziani Un uomo saggio E membriHomo neanderthalis, ormai estinto. Tuttavia, le relazioni tra queste diverse specie sono ancora poco comprese e molti misteri restano da chiarire riguardo alla precisa cronologia delle migrazioni di queste specie. Un uomo saggio Dall'Africa agli altri continenti del mondo. Se lo pensiamo Un uomo saggio Gli esseri umani si stabilirono in Europa circa 40.000 anni fa, e un team internazionale di archeologi e paleoantropologi sembra suggerire che fossero presenti nell’Europa nordoccidentale più di 47.500 anni fa, più di 10.000 anni prima che i loro cugini Neanderthal si estinguessero. Pubblicano i loro risultati sulla rivista natura.

Una mappa dei percorsi migratori e degli episodi dell'Homo sapiens nel corso della sua storia. ©Enciclopedia Britannica

Analisi proteomica delle ossa fossilizzate

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno condotto scavi archeologici nella grotta di Ranis, attualmente nella Germania orientale, tra il 2016 e il 2022. Gli scavi furono effettuati lì già negli anni '30 e nel raggio di otto metri di strati sedimentari furono rinvenuti numerosi strumenti di pietra, inizialmente associati a questo tipo. Homo neanderthalis ; Ma questi primi scavi furono arrestati a causa della presenza di solida roccia spessa circa due metri, che impediva lo scavo degli strati sottostanti. Durante la recente ripresa degli scavi, gli archeologi sono riusciti a rimuoverli, dando loro accesso a strati precedentemente inosservati: hanno scoperto con sorpresa ossa fossilizzate, alcune di origine umana. Senza poterlo riconoscereocchioocchio Per identificare la specie animale a cui appartengono queste ossa, il team ha utilizzato l’analisi proteomica, un metodo che consente di identificare le ossa. ProteineProteine Nei resti fossili per dedurre la specie a cui appartengono. Combinando queste analisi e metodi Datazione al carbonio 14Datazione al carbonio 14Le loro conclusioni sono chiare: MembriUn uomo saggio Erano presenti nella grotta 47.500 anni fa, all'inizio della loro migrazione verso il continente europeo. Secondo i ricercatori, gli strumenti di pietra inizialmente identificati come appartenenti ai Neanderthal sono stati in realtà costruiti dagli esseri umani moderni! Sapendo che le ultime tracceHomo neanderthalis In Europa risalgono a circa 30.000 anni fa le due specie del genere omo Pertanto, avrebbero potuto coesistere per più di diecimila anni…

READ  Salute in Reunion: i medici di base stanno diventando sempre più rari in alcune zone dell'isola - LINFO.re

Manufatti che testimoniano lo stile di vita dei primi Homo sapiens in Europa

Secondo gli archeologi, la grotta era abitata solo occasionalmente dall'uomo: la diversità delle ossa rinvenute indica che talvolta era abitata anche da altre specie animali, come gli orsi durante il letargo. IL Un uomo saggioche vennero lì solo per brevi periodi, e lasciarono indizi sulla loro dieta, come alcune parti di ossa che rivelano che mangiavano carne di cervo, unicornounicorno Sophie o anche un cavallo. Inoltre, l'analisi di alcune ossa di questi animali ha rivelato le condizioni climatiche prevalenti nella regione più di quarantamila anni fa. Quindi la grotta si trova in una zona caratterizzata da climaclima Freddo e continentale, simile al clima prevalente nell'attuale Siberia. Questi risultati suggeriscono che questi primi esseri umani moderni avevano già forti capacità di adattamento climatico e che tali condizioni sembravano abbastanza confortevoli da consentire agli esseri umani di cercare di stabilirsi lì.

Due strumenti in pietra rinvenuti nella grotta. © Josephine Schubert, Museo Burg Ranes

Questi risultati indicano anche relazioni molto probabili tra Un uomo saggio E i loro cugini Neanderthal, anch’essi più adattati alla vita nei climi freddi. Se è una piccola parte di GenomaGenoma Sembra che molti esseri umani attuali abbiano ereditato degli organiHomo neanderthalisAlcuni ricercatori sostengono che siano proprio queste capacità adattative ad essere state selezionate geneticamente nel corso delle generazioni. Così il team lo ha dimostrato Un uomo saggio Si avventurò in Europa in condizioni climatiche estremamente fredde che in precedenza erano state considerate scomode, persino inospitali. Questi pionieri si muovevano in piccoli gruppi e probabilmente condividevano il loro ambiente con un gran numero CarnivoriCarnivoriCome le iene, lì costruivano elaborati strumenti di pietra.

READ  Taux d'incidence par département au dimanche 13 février 2022 in Francia