Febbraio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Una battuta d’arresto elettorale per l’estrema destra dopo le proteste

Una battuta d’arresto elettorale per l’estrema destra dopo le proteste

Il partito Alternativa per la Germania (AfD) ha perso le elezioni locali nella regione tedesca orientale della Turingia, ricevendo solo il 47,6% dei voti al secondo turno, migliorando il suo conteggio di soli 1,9 punti al primo turno.

Domenica l’estrema destra tedesca ha subito una battuta d’arresto elettorale in seguito alle manifestazioni senza precedenti nel paese contro il suo programma, anche se per mesi sembrava essere in un’inarrestabile dinamica ascendente.

Il partito Alternativa per la Germania ha perso la scommessa sulla vittoria di una seconda presidenza cantonale, durante le elezioni locali che si sono svolte nella regione di Saale-Orla, nella regione della Turingia, nella Germania orientale. Il suo candidato Uwe Thrum ha ottenuto domenica al secondo turno solo il 47,6% dei voti, migliorando di appena 1,9 punti il ​​risultato del primo turno, mentre il suo rivale conservatore ha beneficiato di un forte riporto di voti ottenendo il 52,4%.

L’AfD, che inizialmente era il candidato preferito, è stata sconfitta “Grazie alla mobilitazione della società civile”Il numero due della Turingia, il socialdemocratico Georg Mayer, lo ha apprezzato. Queste elezioni hanno rappresentato un test in un momento in cui da circa due settimane si svolgono diffuse manifestazioni contro questo partito e il suo programma, che i suoi critici considerano razzista.

Più di 800.000 persone sono scese in piazza durante tutto il fine settimana, in particolare ad Amburgo e Düsseldorf, per denunciare l'AfD e i pericoli per la democrazia che credono rappresenti, hanno detto domenica gli organizzatori. Alla fine della scorsa settimana, gli organizzatori stimavano il numero dei partecipanti a circa 1,4 milioni di persone.

READ  Guerre en Ukraine: voici les scénarios qui pousseraient la Russie à Employer l'arme nucléaire

Piano di espulsione

Questa mobilitazione della società civile è stata innescata da una rivelazione stampa che ha scosso la Germania: i membri di Alternativa per la Germania (AfD), un partito anti-immigrazione e anti-sistema, hanno discusso alla fine dello scorso anno un piano per espellere in massa gli stranieri dal paese. paese e “cittadini non integrati”. Un recente sondaggio dell'INSA all'indomani delle prime manifestazioni ha mostrato un calo delle intenzioni di voto per l'AfD al 21,5% rispetto al 23% precedente.

Dimostrazioni “Ha influenza”Lo stima il direttore dell'istituto Hermann Pinkert al quotidiano Immagine. Resta il fatto che l’AfD rimane il secondo partito più popolare in Germania nei sondaggi d’opinione dopo l’opposizione conservatrice al cancelliere socialdemocratico Olaf Scholz. Ciò è dovuto all’aumento dell’immigrazione e alla diminuzione della popolarità della coalizione governativa al potere.

Secondo il quotidiano FAZ, ogni giorno aderiscono al partito di estrema destra tra 130 e 150 nuovi membri, il che potrebbe aumentare il suo numero di attivisti da 40.000 a 60.000 entro la fine dell'anno. “Dobbiamo affrontare i fatti: il genio del male è uscito dalla bottiglia”.come ha denunciato quotidianamente questa settimana il tempo Il cancelliere Olaf Schulz, che fino ad allora aveva cercato di frenare la crescita del partito.

Preoccupazioni nel mondo economico

Il partito Alternativa per la Germania lo è “Pericolo per la democrazia”E il suo accesso alle responsabilità “Distruggerebbe la Germania economicamente”.Domenica ha messo in guardia anche il ministro liberale delle finanze Christian Lindner. Anche il mondo economico mette in guardia dai rischi associati all’avanzamento delle proposte dell’AfD, sottolineando il suo bisogno di manodopera straniera e di commercio internazionale. Il partito ha recentemente espresso il desiderio di indire un referendum per lasciare l’Unione Europea.

READ  La guerra in Ucraina: l'Assemblea generale delle Nazioni Unite chiede un ritiro "immediato" delle forze russe

“Verranno da noi solo se si sentiranno bene con noi, e solo in questo modo saremo attraenti in modo sostenibile”.Peter Adrian, presidente della Camera di commercio e dell'industria tedesca DIHK. In questo contesto aumentano le voci che chiedono il taglio dei fondi pubblici al partito Alternativa per la Germania, soprattutto perché il partito è nel mirino dei servizi segreti. Le sue filiali regionali in Turingia e Sassonia-Anhalt sono state poste sotto sorveglianza a causa delle loro posizioni considerate troppo estreme.